Lunedì, 25 settembre 2017 - ore 19.02

Milano MARCO CIACCI NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE, IN CARICA DAL 4 SETTEMBRE

Si completano oggi gli adempimenti per la nomina del nuovo Comandante della Polizia locale, Marco Ciacci, nominato dal Sindaco Giuseppe Sala e in servizio da lunedì 4 settembre.

| Scritto da Redazione
Milano MARCO CIACCI NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE, IN CARICA DAL 4 SETTEMBRE Milano MARCO CIACCI NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE, IN CARICA DAL 4 SETTEMBRE

Milano MARCO CIACCI NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE, IN CARICA DAL 4 SETTEMBRE

Si completano oggi gli adempimenti per la nomina del nuovo Comandante della Polizia locale, Marco Ciacci, nominato dal Sindaco Giuseppe Sala e in servizio da lunedì 4 settembre.

Dirigente del Commissariato ‘Mecenate’ della Questura di Milano e Responsabile, dal 2003 al 2017, della Sezione di Polizia Giudiziaria – Polizia di Stato presso la Procura della Repubblica di Milano, Marco Ciacci ha quarantasei anni, è nato a Bolzano ed è laureato in Giurisprudenza.

Entrato in Polizia nel 1989, dal 1995 vive a Milano, dove ha ricoperto numerosi incarichi e dove, tra le altre cose, ha ideato una sezione specializzata nei reati in danno agli anziani, composta da personale della Polizia di Stato e della Polizia Locale del Comune di Milano.

Parla perfettamente l’inglese, ha cooperato con tutte le Forze di Polizia, Agenzia delle Dogane e Banca d’Italia e, a livello internazionale, con le Autorità Giudiziarie e di Polizia di numerosi Paesi.

La delibera approvata oggi dalla Giunta comunale, nel corso della prima seduta dopo la pausa estiva, autorizza la variazione degli stanziamenti di Bilancio per l’attivazione del comando temporaneo, regolato dall’articolo 56 del Testo Unico n. 3/1957 e dall’articolo 30, comma 2 sexies, del D. Lgs. 165/2001: norme che prevedono che le Pubbliche Amministrazioni, per motivate esigenze organizzative, possano utilizzare, in posizione di comando e con le modalità previste dai rispettivi ordinamenti, personale di altre Amministrazioni per un periodo non superiore a tre anni.

256 visite

Articoli correlati