Mercoledì, 24 luglio 2019 - ore 09.36

Ad Amsterdam inaugurata una casa di riposo per anziani gay Nives Lacchi

Nelle case di riposo gli anziani omosessuali subiscano ogni tipo di discriminazione

| Scritto da Redazione
Ad Amsterdam inaugurata una casa di riposo per anziani gay Nives Lacchi

E’ stata inaugurata ad Amsterdam una casa di riposo che ospiterà solo anziani omosessuali. Jan Nieuwenhuis, direttore dell’organizzazione olandese Gay Care, ha spiegato che la necessità di aprire una struttura di questo genere nasce in seguito alla constatazione che nella maggior parte delle case di riposo non c’è attenzione alle esigenze di questa categoria di anziani.

Uno studio condotto dal professor Tineke Abma, della Libera Università di Amsterdam, ha evidenziato come, nelle case di riposo, gli anziani omosessuali subiscano ogni tipo di discriminazione, specialmente all’interno delle strutture in cui lavora personale di servizio di religione islamica.

La prima casa di riposo destinata a lesbiche e gay over 60 era nata a Berlino nel 2008.

(Fonte: Olanda: apre un ospizio riservato agli anziani gay - 13/05/2014 - www.ladyblitz.it)

3478 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.
Dove in Europa si passa più tempo al lavoro (mappa). In Italia la media è 33 ore settimanali

Dove in Europa si passa più tempo al lavoro (mappa). In Italia la media è 33 ore settimanali

I dati sono del 2016, quindi piuttosto recenti (e la mappa è realizzata dal sito jakubmarian.com). Seguono la grande crisi economica che ha colpito, in maniera diversa, vari Paesi d’Europa, e rendono un’idea abbastanza chiara dei modelli economici che vanno per la maggiore, e anche del perché di alcune differenti statistiche. Come quelle sull’occupazione.Forse può essere una sorpresa per qualcuno, ma è proprio nell’austera Germania che si lavora di meno. Meno che in Italia, che in Grecia, che in Russia.