Venerdì, 24 settembre 2021 - ore 08.31

Amici della Rocca di Soncino Presentano il museo della seta

Basterebbe una solo foto a giustificare l’importanza del Museo della Seta, frutto dell’encomiabile lavoro di Enzo Corbani

| Scritto da Redazione
Amici della Rocca di Soncino  Presentano il museo della seta Amici della Rocca di Soncino  Presentano il museo della seta

Amici della Rocca di Soncino  Presentano il museo della seta

Basterebbe una solo foto a giustificare l’importanza del Museo della Seta, frutto dell’encomiabile lavoro di Enzo Corbani, allestito in quelli che erano i depositi di stoccaggio dei bozzoli (galèter).

 Beninteso, c’è molto ma molto di più, ma credo che valorizzare anche una sola immagine, possa dare l’idea di quanto sia importante visitare questa grande raccolta di documenti, oggetti, video, attrezzature, che caratterizzavano il vasto mondo della produzione serica soncinese.

 Bellissima e triste dicevo; erano i primi anni ’60 e si stava smantellando un ambiente produttivo secolare, anni in cui l’industria si intrecciava con il mondo agricolo, che ne condizionava i ritmi, perchè era la natura a dettare i tempi della fioritura delle piante di gelso, che a loro volta alimentavano il ciclo dei bachi da seta e dei bozzoli… E a proposito di natura, in questa foto si nota un particolare importante: ho evidenziato le grandi pulegge che mettevano in moto tutti i meccanismi per la trattura dei fili di seta che avvolgevano i bozzoli…

 Le pulegge nella filanda, che abbiamo rimarcato nella foto, erano messe in rotazione da una lunga cinghia di cuoio che attraversava tutto il cortile e passava in una fessura del muro opposto, ancora presente e ben evidente.

 Oltre quel muro operava perennemente un efficiente sistema di produzione di energia: una turbina idraulica, alimentata dal salto di un diramatore della roggia Mormora, faceva ruotare una serie di ingranaggi cilindrici e conici, che trasmettevano il moto alle pulegge posizionate a ridosso di quella feritoia, e in tal modo veniva trasmessa la potenza motrice necessaria al ciclo produttivo della filanda vera e propria, dall’altra parte del cortile.

Per saperne di più clicca qui

 https://amicidellarocca.org/ 

414 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online