Domenica, 17 novembre 2019 - ore 20.58

Area Gaspardo Cremona, incontro tra vertici Confesercenti e Comune

Boschiroli: “Come associazione diciamo no ad una nuova grande area commerciale alle porte della città”

| Scritto da Redazione
Area Gaspardo Cremona, incontro tra vertici Confesercenti e Comune

Cremona 22 febbraio 2019 - Si è tenuto oggi pomeriggio l’incontro richiesto da Confesercenti della Lombardia Orientale sede di Cremona con l’amministrazione comunale per discutere del futuro dell’area Gaspardo per la quale l’attuale proprietà ha richiesto il cambio di destinazione d’uso con conseguente trasformazione da area produttiva ad area commerciale con il rischio concreto che possa in futuro insediarsi una struttura di grandi dimensioni di vendita (o più medie strutture) proprio alle porte della città e in concorrenza diretta con il centro storico.

All’incontro erano presenti il presidente di Confesercenti della Lombardia Orientale sede di Cremona, Agostino Boschiroli, il direttore Giorgio Bonoli, il vicesindaco Maura Ruggeri, l’assessore all’area vasta Andrea Virgilio e l’assessore al commercio Barbara Manfredini.

“Senza entrare nel merito delle scelte imprenditoriali dell’azienda - spiega Boschiroli - l’incontro è servito per riaffermare agli amministratori la nostra preoccupazione circa il cambio di destinazione d’uso dell’area e per rivendicare la nostra presenza ai tavoli qualora la situazione passasse da teorica a pratica. Infatti, sebbene al momento non ci sia alcuna certezza - come ci hanno assicurato gli amministratori comunali - il nostro dovere è quello di vigilare e di pretendere di essere presenti come parti sociali ad un eventuale confronto con l’azienda. La nostra posizione non cambia: siamo contrari alla concessione edilizia per una nuova grande distribuzione organizzata in quell’area già abbastanza satura con il rischio di spostare pericolosamente il baricentro del commercio dal centro alla periferia. A questo ci opporremo con ogni arma a nostra disposizione legale, sindacale, associativa.

Volevamo fare chiarezza anche perchè la ridda di voci che si è scatenata in questi mesi può avere conseguenze pensanti scoraggiando magari chi vorrebbe avviare ed aprire attività commerciali in centro”.

“E’ stato un incontro franco e chiarificatore - concorda il direttore Bonoli. L’amministrazione mi sembra abbia messo in campo un iter in grado di evitare brutte sorprese in futuro con una serie di misure di tutela stringenti, ma non per questo smetteremo di vigilare. Anzi, anche oggi abbiamo ribadito la nostra posizione con un secco no all’apertura di un nuova grande area commerciale in netta concorrenza con il centro storico”.

363 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online