Lunedì, 14 ottobre 2019 - ore 03.39

ARGENTINA, BIMBA ASSETATA BEVE DA POZZANGHERA di Giorgino Carnevali (Cremona)

MONDO COMMOSSO O MONDO INCOSCIENTE? (….la foto, bimbi dimenticati, la povertà ignorata)

| Scritto da Redazione
ARGENTINA, BIMBA ASSETATA BEVE DA POZZANGHERA di Giorgino  Carnevali (Cremona) ARGENTINA, BIMBA ASSETATA BEVE DA POZZANGHERA di Giorgino  Carnevali (Cremona) ARGENTINA, BIMBA ASSETATA BEVE DA POZZANGHERA di Giorgino  Carnevali (Cremona) ARGENTINA, BIMBA ASSETATA BEVE DA POZZANGHERA di Giorgino  Carnevali (Cremona)

ARGENTINA, BIMBA ASSETATA BEVE DA POZZANGHERA di Giorgino  Carnevali (Cremona)

MONDO COMMOSSO O MONDO INCOSCIENTE? (….la foto, bimbi dimenticati, la povertà ignorata)

--------------------------

Ciao! Stavolta un amaro ciao, pur sempre un sincero “ciao”. E Natale Buono, e Anno Nuovo Buono. Te la farò breve (forse!).  Argentina, di quella bimba che beve da una pozzanghera  su di un marciapiede perché assetata. Non hanno acqua in quel paese, là fa caldo, povertà ed il resto la fanno da padroni. L’Argentina, bè là ci sono nati i migliori “mutanda” del calcio mondiale. Commenti? Tanti, pochi? Ho selezionato uno su tutti, letto stamani: “Non ne fate un caso mondiale, certe cose i bambini se non sono in quel momento accuditi le fanno, poteva anche essere italiana o tedesca. I problemi sono altri”. La mente mia corre immediatamente alle masturbazioni politiche di casa nostra, dove campeggia la problematica delle Banche, della Maria Elena, la Boschi. E ce la menano così tanto i “media” , e spasmodicamente, che quasi quasi molti di noi credono che sia il peggior male del nostro paese. Nel paese dove quei “arrivano i nostri”!...dovrebbero operare una specie di sifonamento costante per ripulire le loro intelligenze. Argentina, il Paese di Papa Francesco e dove tantissimi italiani nel passato hanno trovato una casa e una possibilità di ricominciare dopo gli anni bui e poveri in Italia. Ecco, oggi la situazione in alcune parti dello stato è alquanto precaria. I “media” sembrano versare in quella foto che campeggia su tantissimi social, il simbolo dell’Argentina povera. Una bambina piccola, dall’età non superiore ai 5 anni, che si china su un marciapiede e prova a “bere” delle gocce di acqua piovana sporca e tutt’altro che sana in una pozzanghera. Uno schiaffo all’umanità intera, incapace di reagire, da sempre. Ma non è solo l’Argentina a soffrire, tantissimi sono i paesi nel mondo che sopravvivono. Appunto,  si sopravvive, ma così è difficile vivere. “C’è qualcosa che non va nella nostra società, o no?” Ce lo siamo mai chiesto? La sete fisica e urgente di quella piccola innocente è la sete di tanti altri innocenti sparsi nel mondo? Ecco Gianni Carlo, ecco amico mio, “QUELLA” foto (pronunciato con enfasi) vale molto più di mille commenti.   Ce la faremo noi “gente per bene” a reggerle ancora per molto quelle foto? Personalmente recito un vergognoso “mea culpa”, sono sincero,  semplicemente perché ho sempre fatto poco, sicuramente non il “sufficiente”. Ma quanti di noi rimangono infastiditi da quelle foto?  Foto che ci aiutano a capire la terribile normalità di questi bambini. E’ più facile chiudere gli occhi di fronte a certe inimmaginabili scene, che….! Foto, reportage che aiutano anche questi a capire che cosa spinge così tanti, nel mondo, a rischiare la vita per fuggire, per cercare una realtà migliore.

Ciao, auguri, dimmi cosa hanno fatto di male quelle piccole creature? Ma che vergogna. Apertamente colpevole. Io!

Giorgino  Carnevali (Cremona)

N.B….a margine. Rapporto del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo: in 91 Paesi oltre 1,4 miliardi di persone sono indigenti, altri 800 milioni sono quasi ridotte alla fame. Ad ottobre 2017 la popolazione mondiale ammonta a circa 7,5 miliardi di persone.

1277 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online