Mercoledì, 02 dicembre 2020 - ore 22.58

Assenteismo in aumento di G.Torchio

| Scritto da Redazione
Assenteismo in aumento di G.Torchio

In margine ai dati eclatanti sull'assenteismo in Provincia (+ 50,7%) e Comune di Cremona (+53,2%)
I DIPENDENTI DEVONO RICONQUISTARE MOTIVAZIONE E FIDUCIA NELLE ISTITUZIONI IN
CUI OPERANO
Giuseppe Torchio ricorda con una certa nostalgia la "maglia rosa" conseguita
dalla Provincia di Cremona, nel corso del suo mandato, quale Ente Locale con
il minor assenteismo a livello nazionale. Un dato acquisito prima
dell'avvento della legge Brunetta che pure ha contribuito a ridurre di circa
un terzo il fenomeno a livello generale. I dipendenti della Provincia hanno
dimostrato di credere negli obiettivi e nei programmi dell'Ente con una
dimostrazione concreta e tangibile di maturità, ben prima delle misure
generali e restrittive.
Non si tratta di un primato del nulla, quanto di un dato che potevamo
presentare con fierezza in tutte le circostanze di incontro.
Oggi, invece, siamo passati da maglia rosa a fanalino di coda e forse
bisogna chiedersi se non dipenda anche da una serie di provvedimenti assunti
dalla giunta attuale, dai buoni mensa alla richiesta di mobilità, dal
pubblico al privato o alle partecipate, che non meglio precisati funzionari
starebbero facendo sul personale, in particolare nel settore della
viabilità.
Faccio queste affermazioni con profondo rammarico perché l'incremento di
oltre il 50% di assenteismo nei due maggiori enti cremonesi, rispetto a 7,1%
a livello nazionale, indica sicuramente un disagio di cui dobbiamo
interrogarci, individuando le reali motivazioni.

Lista Torchio
Lista Civica Provinciale
Cremona, 21 febbraio 2011

1458 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Cremona aderisce alla Giornata europea contro la tratta di esseri umani

Cremona aderisce alla Giornata europea contro la tratta di esseri umani

Domenica 18 ottobre 2020 ricorre la Giornata Europea contro la tratta di esseri umani, istituita dalla Commissione Europea, per porre l’attenzione su un fenomeno grave e di ampia portata, accendere i riflettori su un tema che solo apparentemente non ci riguarda, e accendere soprattutto una speranza affinché i tanti sogni di donne, uomini e minori non restino per sempre ingabbiati nelle maglie delle reti di sfruttamento.