Domenica, 15 settembre 2019 - ore 09.27

ASST Cremona PAZIENTI IN TERAPIA ANTICOAGULANTE si terrà l’8 marzo

Il convegno annuale organizzato dal Centro Emostasi e Trombosi dell’ASST di Cremona

| Scritto da Redazione
ASST Cremona  PAZIENTI IN TERAPIA ANTICOAGULANTE si terrà l’8 marzo

ASST Cremona  PAZIENTI IN TERAPIA ANTICOAGULANTE si terrà l’8 marzo

Il convegno annuale organizzato dal Centro Emostasi e Trombosi dell’ASST di Cremona

Si terrà il prossimo 8 marzo, in Aula Magna all’Ospedale di Cremona, il convegno “Le necessità sanitarie dei pazienti in terapia anticoagulante”.

L’evento, curato da Sophie Testa (Direttore del Dipartimento di Medicina di Laboratorio e Radiologia - Centro Emostasi e Trombosi dell’ASST di Cremona), rappresenta un appuntamento annuale da oltre quindici anni per tutti coloro che operano nell’ambito delle terapie anticoagulanti.

La giornata, articolata in sessioni, presenterà le evidenze più recenti del mondo scientifico e la loro applicazione nella pratica clinica, con l’obiettivo finale di fornire informazioni scientifiche aggiornate che permettano ai medici e al personale sanitario di conoscere le necessità sanitarie del paziente in terapia anticoagulante, per potere favorire la sicurezza e efficacia ai trattamenti. Quest'anno un ampio spazio verrà dedicato alla rilevanza dei Centri Emostasi e Trombosi nell'organizzazione sanitaria e si desidera affrontare l'argomento con le istituzioni, le Società Scientifiche, i medici specialisti e i medici di medicina generale.

“L'utilizzo corretto dei farmaci anticoagulanti - spiega la dottoressa Testa - e la gestione adeguata dei pazienti in trattamento comporta una formazione specialistica del personale coinvolto. In particolare, anche a seguito dell'introduzione di numerosi farmaci anticoagulanti per il trattamento del tromboembolismo venoso (TEV) e per la prevenzione cardioembolica nella fibrillazione atriale non valvolare (FANV), si evidenzia la necessità di un adeguamento delle conoscenze relative alle caratteristiche farmacologiche delle molecole e delle necessità sanitarie dei pazienti.”

“I pazienti, sempre più complessi, hanno infatti bisogno di un punto di riferimento, competente e disponibile, in grado di rispondere alle proprie necessità terapeutiche come, ad esempio, in caso di complicanze emorragiche o recidive trombotiche, in caso di preparazione ad interventi chirurgici o manovre invasive, nella valutazione di potenziali e critiche interferenze farmacologiche, nel cambiamento dello stato di salute.”

Tra i relatori del convegno, oltre ad ospiti di prestigio provenienti da tutta Italia, anche altri professionisti dell’ASST di Cremona: Giuseppe di Tano (Medico cardiologo, Referente Ambulatorio Scompenso Cardiaco, Ospedale di Cremona), Oriana Paoletti (Medico Responsabile del Centro Emostasi e Trombosi - Laboratorio Analisi, Ospedale di Cremona) e Matteo Giorgi Pierfranceschi (Direttore UO Medicina Interna, Ospedale di Cremona).

 foto della dott.ssa Testa 

887 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online