Lunedì, 12 aprile 2021 - ore 00.27

Attilio Galmozzi (Crema) Riflessione sul post Covid

Visto che si deve ridisegnare un sistema, provare a ridisegnarlo dando peso al territorio?

| Scritto da Redazione
Attilio Galmozzi (Crema) Riflessione sul post Covid

Attilio Galmozzi (Crema) Riflessione sul post Covid

Giusto una riflessione sul post COVID (perché nonostante i numeri siano un po' più pessimi delle ultime settimane, continuo a nutrire fiducia sul futuro prossimo - quanto prossimo non lo so ma con una campagna vaccinale efficace e diffusa si spera non troppo troppo in là).

Le USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) attivate per l'emergenza covid sono state una scelta intelligente. Funzionano (finché i numeri non sono elevatissimi ma si spera che non lo siano) , sono gestite da colleghi (medici infermieri e personale di supporto) di grande esperienza e professionalità. E la cura domiciliare dei pazienti meno gravi o comunque compatibili con una "ospedalizzazione domiciliare" è di grande livello.

Ora, visto che la legge regionale 23 del 2015 di Regione Lombardia è in fase di ridiscussione, perché non immaginare questo modello (supportato anche dal costruendo master universitario in infermiere di comunità) per il post COVID?

A TITOLO ESEMPLIFICATIVO. attivare USCA ad indirizzo Cardiologico, Pneumologico e Geriatrico, che domicilarmente offra un supporto importante ai pazienti che non necessitano di ospedalizzazione (magari i neo-dimessi da reparti o PS per acuzie) alle loro famiglie e ai Medici di Medicina Generale?

Visto che si deve ridisegnare un sistema, provare a ridisegnarlo dando peso al territorio?

332 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online