Domenica, 22 maggio 2022 - ore 03.29

bergamaschi e us acli

bergamaschi e us acli

| Scritto da Redazione
bergamaschi e us acli

Il candidato sindaco del centrosinistra Fabio Bergamaschi ha

incontrato,

nei giorni scorsi, i vertici dell’US Acli nelle persone di Olga Scotti

(presidente) e Rosella Fumagalli. Tema centrale, l’utilizzo e

l’assegnazione degli spazi pubblici destinati all’attività sportiva

e la promozione della medesima. Era presente anche Tiziana Stella,

consigliere comunale della lista civica ‘Crema città della

bellezza’.



L’US Acli è una realtà ormai consolidata nel panorama cremasco (è

attiva dal 1980), vanta 1.200 iscritti (in larga maggioranza giovani) e

annovera discipline sportive come la danza, il pattinaggio in linea,

yoga, ginnastica ritmica. Oltre ad offrire servizi alle persone in

convenzione con diversi Comuni del territorio.



Tre le sedi su cui opera: due di proprietà (in piazza Manziana e in via

Macello) e una in affitto (via Sauro). Ma non bastano. Di qui la

richiesta di poter contare su nuovi spazi. “Siamo disposti a

impegnarci anche economicamente” hanno sottolineato le due

rappresentanti del direttivo.



“E’ un piacere – ha evidenziato Fabio Bergamaschi –sapere che il

movimento sportivo cremasco sia in fermento, anche con riferimento a

discipline cosiddette minori, ma il cui valore sociale non è certo

inferiore a nulla. Lo sport è un pilastro della società, per la sua

capacità di promuovere la salute e, al contempo, la dimensione

individuale e sociale della persona, ad ogni età, migliorando le

capacità relazionali, l’autostima, le competenze e il benessere

personale. La propensione all’investimento dell’US Acli rende questa

realtà un interlocutore importante per lo sviluppo delle politiche

sportive dei prossimi anni, anche in un’ottica di partenariato. La

collaborazione tra il Comune e le società sportive è un caposaldo

dell’azione amministrativa del centrosinistra, che dovrà essere

rilanciata nei prossimi anni in vista di nuovi, ambiziosi, progetti,

anche dal punto di vista impiantistico. Abbiamo una nuova pista di

atletica, stiamo recuperando il Velodromo, con un cantiere in corso.

Abbiamo affidato la progettazione dello skatepark, per realizzare una

struttura utilizzabile anche per il pattinaggio. Vi sono state

migliorie

in diversi impianti sportivi, come la nuova illuminazione del campo da

rugby, e investimenti nell’attività motoria all’aria aperta, con i

playground e la palestra outdoor. Crema deve semplicemente proseguire

in

questa duplice direzione, orientata alle grandi e alle piccole

progettualità, potenziando l’impiantistica per adeguarla a una

domanda di sport sempre elevata nel nostro territorio”.

163 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria