Martedì, 19 ottobre 2021 - ore 06.52

Chimica diventa creativa al museo della scienza e tecnologia

Galli, per formare nuova cittadinanza scientifica attiva

| Scritto da Redazione
Chimica diventa creativa al museo della scienza e tecnologia

 La chimica non è mai stata così creativa: parte da questo concetto il rinnovato ilab Chimica, progettato dal Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e realizzato con il sostegno della multinazionale PPG.

    L'obiettivo del nuovo laboratorio - che apre il 9 ottobre - è proprio quello di proporre al pubblico, in particolare agli studenti, dalla scuola primaria alla secondaria, un'esperienza che valorizzi la dimensione creativa della chimica, invitandoli ad avvicinarsi in prima persona ai fenomeni scientifici e a esplorare situazioni quotidiane.

    "Il nostro obiettivo - commenta Maria Xanthoudaki, direttrice Education del Museo - è quello di creare un contesto in cui ogni persona possa direttamente esperire la chimica, esplorarla e scoprirla in prima persona, porre delle domande e innamorarsi di questo mondo complesso e invisibile ma inaspettatamente bello e intrecciato in tutti gli aspetti della nostra vita".

    Per favorire questo nuovo approccio, il laboratorio si avvale di strumenti come termocamere, microfoni, sensori che rendono la chimica percepibile anche attraverso i sensi. "Il lavoro che lo staff educativo del Museo svolge quotidianamente - spiega Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo - è orientato a progettare e realizzare risorse formative che aiutino le persone e, in particolare, le nuove generazioni, a sviluppare comprensione e un rapporto positivo con le scienze, per poter un domani essere gli attori di una cittadinanza scientifica attiva". (ANSA).

100 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria