Lunedì, 21 settembre 2020 - ore 06.03

Codacons CREMONA: LA STRAGE NELLE RSA. UN INQUIETANTE CASO DI MALASANITA’ ALL’OMBRA DEL COVID-19.

KILLER INVISIBILE E NEGLIGENZA SANITARIA: AL VIA LE RICHIESTE RISARCITORIE!

| Scritto da Redazione
Codacons CREMONA: LA STRAGE NELLE RSA. UN INQUIETANTE CASO DI MALASANITA’ ALL’OMBRA DEL COVID-19.

Codacons CREMONA: LA STRAGE NELLE RSA. UN INQUIETANTE CASO DI MALASANITA’ ALL’OMBRA DEL COVID-19.

KILLER INVISIBILE E NEGLIGENZA SANITARIA: AL VIA LE RICHIESTE RISARCITORIE!

Cremona: Una strage disumana quella vissuta all’interno delle RSA cremonesi. Negligenza, incuria, superficialità e, molto probabilmente, irregolarità presenti ancor prima della pandemia. Tantissimi i decessi da Covid-19. A dare l’allarme è una associata cremonese, segnalando la morte della madre e fotografando la realtà all’interno delle case di riposo: dei veri e propri lager. La associata ha fatto presente che l'accesso alla struttura ai familiari era già stato interdetto da tempo e di aver ricevuto la notizia del decesso dopo quattro giorni dall’esordio della febbre e delle difficoltà respiratorie. Ma la circostanza più inquietante è che, sebbene ella avesse sollecitato più volte il ricovero presso struttura ospedaliera oppure una video chiamata -date le restrizioni del periodo- nulla ha ottenuto. Medici irreperibili e nessun tampone eseguito. Epilogo sfociato con la morte della madre che, per inciso, non soffriva di patologie particolari. Un caso allarmante che scoperchia il vaso di Pandora: le RSA sono strutture gestite e organizzate con competenza medica o sono lasciate in balia del pressapochismo? Le vittime meritano giustizia e risarcimenti.

Codacons: “La vita nelle RSA in tempo di Covid: una vita che nemmeno un regista di film horror poteva immaginare. Quando la realtà supera la fantasia. Quanto accaduto nelle case di riposo non può ritenersi una epidemia casuale, ma è una vera e propria strage. Anziani, persone invalide, non autosufficienti, i più fragili tra i fragili che avrebbero dovuto essere al sicuro, sono venute a contatto col virus che, in molti casi, ha aggravato le loro condizioni conducendoli alla morte, con i luoghi di assistenza che si sono trasformati in pericolosissimi focolai di morte certa. Di questa strage il nome del colpevole è noto: Sars-Cov2, più comunemente detto Coronavirus o Covid19. Resta da comprendere se il killer invisibile abbia trovato una sponda inattesa in chi doveva gestire l’emergenza (dirigenti e proprietari delle residenze per anziani, assessori e presidenti regionali). Coloro che avrebbero dovuto fermarlo piuttosto che porre le condizioni ideali perché si propagasse con rapidità in luoghi ad alta fragilità sociale e sanitaria per incompetenza, per imperizia o negligenza nella gestione dell’emergenza. Eventi, quindi, che impongono azioni risarcitorie che non allevieranno il dolore ma permetteranno di ottenere giustizia! Il Codacons, vicino all’immenso dolore dei congiunti delle vittime, invita a segnalare e a denunciare questi gravissimi casi di malasanità che integrano, anche, i reati di strage e di omicidio colposo.  Contattateci per denunciare, segnalare, per avere consulenze legale, stragiudiziale e giudiziale, in materia di malasanità, richieste di risarcimento danni. Siamo sempre con voi e attivi al n.ro 3479619322 – codacons.cremona@gmail.com ”.

683 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online