Martedì, 11 agosto 2020 - ore 20.47

CODACONS CREMONA: STANGATA DA 3 MILIONI DI EURO DELL'ANTITRUST A ENEGAN

AL VIA I RISARCIMENTI E I RIMBORSI PER TUTTI CONSUMATORI COINVOLTI!

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMONA: STANGATA DA 3 MILIONI DI EURO DELL'ANTITRUST A ENEGAN

CODACONS CREMONA: STANGATA DA 3 MILIONI DI EURO DELL'ANTITRUST A ENEGAN . UN AVVERTIMENTO PRO FUTURO.

AL VIA I RISARCIMENTI E I RIMBORSI PER TUTTI CONSUMATORI COINVOLTI!

Cremona: L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha definito il procedimento avviato nei confronti della società Enegan, accertando l’adozione, da parte della predetta, di una pratica scorretta nell’ambito della fornitura di servizi di energia elettrica e gas, consistente sia nella fatturazione, di diverse voci di costo e penali per recesso non dovute dagli utenti, sia nell’omissione d’informazioni rilevanti e trasparenti sulla natura di tali oneri.

In particolare Enegan, in caso di recesso contrattuale, ha addebitato agli utenti oneri a titolo di recupero dei costi di attivazione che rappresentavano, viceversa, delle penali per l’uscita dal contratto, che la Società stornava in fattura solo a seguito dei reiterati reclami della clientela.

La società, inoltre, ha proceduto ad addebitare agli utenti ulteriori oneri erroneamente determinati (oneri amministrativi), o non previsti dai contratti sottoscritti dagli stessi (oneri perequativi), oppure in contrasto con la disciplina vigente (oneri postali).

In altri casi, Enegan ha modificato unilateralmente le condizioni economiche dei contratti, senza inviare una comunicazione preventiva, impedendo ai propri clienti di recedere senza spese dal contratto di fornitura, in caso di mancata accettazione delle variazioni economiche.

In considerazione della gravità della condotta tenuta, l’Autorità ha irrogato a Enegan una sanzione pari a 2.875.000 euro.

Codacons: “Da mesi ci pervenivano segnalazioni da parte dei consumatori circa un illecito quanto scorretto modus operandi della Società Enegan, unica società italiana fornitrice di energia verde certificata. Gli utenti, oltre a vedersi addebitati in bolletta voci non dovute, nel caso di recesso, dovevano fare i conti con oneri a titolo di recupero dei costi di attivazione che altro non erano che penali per l’uscita dal contratto. Una pratica commerciale scorretta alla quale AGCM ha posto un freno e la resa dei conti sono stati un procedimento e una poderosa sanzione irrogata alla Società fiorentina fornitrice di energia green. Un memento per il futuro! Ora, al via risarcimenti e rimborsi per i consumatori danneggiati da questa pratica commerciale scorretta posta in essere da questa Società che, fra le tante promesse, avrebbe dovuto anche tutelare l’ambiente! Se il suo slogan è stato quello di essere fornitrice di “energia affidabile, trasparente e perbene” ora è arrivato il momento di dimostrarlo, con risarcimenti e rimborsi agli utenti! Il Codacons Cremona è sempre attivo a raccogliere segnalazioni e denunce dei consumatori e tutelerà i diritti ingiustamente lesi in questa vicenda. Info al n.ro 3479619322 -sempre attivo- e via mail codacons.cremona@gmail.com .

434 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online