Lunedì, 02 agosto 2021 - ore 06.53

Corsa allo scudetto

Siamo arrivati alla ventinovesima giornata di Serie A, che si disputerà tutta Sabato 3 Aprile, e la classifica vede in testa l’Inter, che nelle ultime uscite è apparsa davvero in forma e che arriva da ben 8 vittorie consecutive.

| Scritto da Redazione
Corsa allo scudetto

L'ultima partita di campionato della società nerazzurra non si è potuta disputare data la positività al Covid di un serie di giocatori e uomini dello staff e la conseguente sospensione dell’attività sportiva per il gruppo squadra di Antonio Conte, da parte dell’ATS di Milano, che non ha permesso così all’Inter di recarsi allo stadio G.Meazza per poter disputare l’incontro con il Sassuolo di Roberto De Zerbi. Nella giornata in arrivo, l’avversario sarà il Bologna dell’ex Mihajlovic, che proverà ad impensierire la corsa scudetto della squadra allenata dal tecnico Leccese.

Al secondo posto troviamo il Milan, che ha avuto un andamento altalenante nelle ultime uscite e che recentemente è pure uscito dall’Europa League, dove ha giocato con il Manchester United e malgrado non abbia sfigurato non è riuscito a portarsi a casa la qualificazione. In questa ventinovesima giornata la squadra di Stefano Pioli affronterà la Sampdoria del maestro Claudio Ranieri, che vive un buon momento di forma.

A completare, attualmente, i posti che garantiscono un spot nella Champions League 21-22, ci sono la Juventus e l’Atalanta, due corazzate che vivono momenti opposti. La squadra bianconera vive un momento difficile dopo l’uscita dalla Champions contro il Porto e le successive positività al Covid di Alex Sandro e Bentancur (ora guariti), e poi quelle di Bonucci e Demiral, arrivate dopo la sosta per le Nazionali; ad aggravare la situazione è arrivata anche la bravata di McKennie insieme ad Arthur e Dybala, che hanno organizzato una festa, in piena zona rossa, con una decina di persone nella loro villa sulle colline del torinese. Gli uomini di Andrea Pirlo sono chiamati però a dare una risposta sul campo, e quale migliore avversario del Torino, è infatti previsto il derby della Mole per le 18 di Sabato 3 Aprile.

Per quanto riguarda i bergamaschi, possiamo dire che stanno vivendo un momento opposto rispetto alla Juve, infatti malgrado l’uscita dalla Champions League per mano del Real Madrid, in campionato l’Atalanta sta facendo nuovamente un’ottima stagione e punta a confermarsi nella top 4 anche quest’anno.

Ad inseguire Juve e Atalanta troviamo Napoli, Roma e Lazio, che molto probabilmente si giocheranno insieme alla squadra di Bergamo lo slot per entrare nella competizione europea principale. Una delle quattro dovrà però affrontare una stagione senza coppe internazionali, poiché la quinta classificata accederà direttamente all’EL mentre la sesta, a differenza degli anni precedenti, competerà nel nuovo format organizzato dalla UEFA, ovvero la Conference League, che permetterà alle nazioni meno alte nel ranking di avere un numero maggiore di squadre nei tornei internazionali.

Nel centro classifica troviamo un gruppetto di 5/6 squadre che possono ormai considerate salve data la quantità di punti già ottenuta con 10 partite rimaste; a far parte delle virtualmente salve sono il Sassuolo e il Verona, che si giocheranno l’ottavo posto con la squadra emiliana favorita dopo la vittoria nello scontro diretto del girone di ritorno. A seguire ci sono Sampdoria, Bologna, Udinese e il Genoa, che si trova attualmente a 31 punti e una buona forma fisica e mentale.

A precedere le squadre in zona retrocessione, troviamo ben 3 squadre a 29 punti, ovvero la Fiorentina, che ha ritrovato Iachini dopo le dimissioni di Cesare Prandelli, lo Spezia di Italiano, che sta stupendo tutti, e il Benevento di Pippo Inzaghi, che dopo una partenza sprint nel girone di andata, concluso con 22 punti, si è ritrovato a faticare nel girone di ritorno.

Appena un punto sopra la zona calda troviamo il Torino, che ha vissuto una stagione molto travagliata causa rottura della squadra prima con l’allenatore, Giampaolo (poi esonerato), successivamente con la società, che ha coinvolto anche i tifosi, e infine il focolaio di Coronavirus che ha decimato la rosa disponibile del nuovo allenatore Nicola, che sta provando a salvare i granata.

A chiudere la griglia ci sono Cagliari, Parma e Crotone, con i sardi che si sono ritrovati in una posizione impensabile ad inizio stagione, con una squadra costruita per una salvezza tranquilla e per provare a lottare per una posizione dopo le sette big del campionato. Il Parma in estate ha cambiato moltissimo, sollevando dall’incarico D’Aversa, poi richiamato a stagione in corso, e puntando su una linea basata su giovani promettenti, dettata probabilmente dall’idea di una “nuova Atalanta” del neo presidente Krause. Ultimo in classifica c’è il Crotone con soli 15 punti che farà molta fatica a salvarsi in queste ultime giornate, ma che ci proverà senza alcun dubbio data la mentalità caratteristica degli “Squali.

Quest’anno la nostra amata Serie A si può definire appassionante per tutti, date le molte variabili presenti in gioco, dettate principalmente dal Covid.

Nelle ultime giornate staremo a vedere chi la spunterà per le varie lotte in corso, a partire dallo Scudetto fino ad arrivare alla zona retrocessione, sperando di ritrovare i tifosi a supportare i loro team almeno per la chiusura della competizione.

271 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria