Mercoledì, 22 novembre 2017 - ore 22.57

Costa Masnaga - Auto in fiamme, provvidenziale intervento di un Poliziotto.

In Costa Masnaga, venerdì 19 gennaio scorso, provvidenziale e tempestivo è stato l’intervento di soccorso di un Assistente Capo della Polizia di Stato, in servizio alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Lecco, effettuato mentre faceva rientro presso la propria abitazione, dopo aver svolto il turno di servizio .

| Scritto da Redazione
Costa Masnaga - Auto in fiamme, provvidenziale intervento di un Poliziotto.

Alle ore 13.50 circa, in via Marconi, l’Assistente Capo incrociava un veicolo che sopraggiungeva nell’opposto senso di marcia ed attirava immediatamente la sua attenzione. Il mezzo, un’Alfa 33 S.W., sprigionava fumo dal cofano motore ed il conducente lo guidava con lo sportello aperto.

Il dipendente accostava a bordo strada la propria autovettura e, notando dallo specchietto retrovisore che l’automobile in questione si era, a sua volta, fermata, mentre il volume di fumo era notevolmente aumentato, decideva di avvicinarsi per constatare quanto stesse accadendo.

Il malcapitato, G.G., di anni 70, con fare concitato lo invitava ad allontanarsi dall’auto, che temeva potesse esplodere in quanto alimentata a GPL. La vettura, nel frattempo, era stata completamente avvolta da un denso fumo nero e, dal cofano motore, era visibile un principio di incendio.

L’operatore notava sul lato opposto della carreggiata la presenza di una scuola elementare e di numerosi alunni intenti a fare ricreazione all’aperto. Si dirigeva, pertanto, repentinamente, verso l’Istituto e, dopo essersi qualificato quale appartenente alla Polizia di Stato,  esortava le maestre a far rientrare tutti gli scolari all’interno della struttura. Provvedeva ad allontanare i curiosi che si erano raccolti nella zona e contattava il NUE 112 e i Vigili del Fuoco di Lecco, per i soccorsi.

 La situazione improvvisamente precipitava in quanto le fiamme, che avvolgevano la parte anteriore del veicolo, provocavano due ravvicinate esplosioni, mandando in frantumi i vetri dell’auto.   Considerato lo stato di pericolosità in atto, l’agente  immediatamente si portava presso la vicina scuola dove prelevava un estintore  per tentare di domare l’incendio.

Nel frangente, il calore sprigionato dalla combustione scioglieva il cumulo di neve in cui si era bloccato il veicolo  che,  data la pendenza della strada,  riprendeva lentamente la marcia   mentre il proprietario tentava di rallentarne lo spostamento poggiando le mani sul cofano rovente.

 L’Assistente Capo, incurante del pericolo, entrava nell’abitacolo dell’autovettura ove constatava che il freno a mano non era funzionante e, con alcuni violenti colpi alla leva del cambio, riusciva ad innestare una marcia al fine di frenare la vettura e scongiurare danni a persone o cose.

In quel momento, sopraggiungeva l’autopompa dei VV.FF. che dopo alcuni minuti, riuscivano a spegnere completamente le fiamme e ad isolare i serbatoi del carburante, evitando l’esplosione dell’autovettura.

            Nell’occorso, grazie  proprio alla prontezza di spirito del poliziotto e ai suoi mirati e tempestivi  interventi, posti in essere con sprezzo del pericolo,  è stato evitato un epilogo che avrebbe potuto avere  un  pesante  bilancio se fosse esploso il serbatoio GPL.

 
446 visite

Articoli della stessa categoria

Lecco 125 anni fa veniva inaugurato il Monumento ad Alessandro Manzoni

Lecco 125 anni fa veniva inaugurato il Monumento ad Alessandro Manzoni

Compie 125 anni il Monumento nazionale ad Alessandro Manzoni sito nell'omonima piazza. Il monumento celebrativo del grande scrittore a cui è indissolubilmente legato il nome della nostra città fu inaugurato venerdì 11 ottobre 1891 alla presenza del poeta Giosuè Carducci e dell'allora Senatore Gaetano Negri, al cui discorso seguì la lettura di un testo a firma di Antonio Stopani, che non visse abbastanza da vedere inaugurata l'opera alla quale aveva dedicato tanta energia.