Venerdì, 21 giugno 2024 - ore 08.32

(CR) RIAPERTA CASA STRADIVARI: SARA' LUOGO DI FORMAZIONE PER LIUTAI E ARTISTI

Dopo il restauro voluto dalla Fondazione Casa Stradivari apre le sue porte l'edificio in cui Antonio visse e creò i suoi violini.

| Scritto da Redazione
(CR) RIAPERTA CASA STRADIVARI: SARA' LUOGO DI FORMAZIONE PER LIUTAI E ARTISTI (CR) RIAPERTA CASA STRADIVARI: SARA' LUOGO DI FORMAZIONE PER LIUTAI E ARTISTI (CR) RIAPERTA CASA STRADIVARI: SARA' LUOGO DI FORMAZIONE PER LIUTAI E ARTISTI

(CR) RIAPERTA CASA STRADIVARI: SARA' LUOGO DI FORMAZIONE PER LIUTAI E ARTISTI

Dopo il restauro voluto dalla Fondazione Casa Stradivari apre le sue porte l'edificio in cui Antonio Stradivari visse e creò i suoi violini. Oggi la cerimonia con le istituzioni.

von Arx casa Stradivari_ credits Yuma Murata

Era il 4 luglio del 1667 quando Antonio Stradivari entrava per la prima volta nella sua casa nuziale assieme alla moglie Francesca Ferraboschi. In quel luogo il celebre liutaio cremonese visse per diversi anni e creò straordinari strumenti ad arco. Oggi la Casa rinasce dopo un’articolata opera di restauro su impulso della Fondazione Casa Stradivari e si proietta verso il futuro con un progetto di rilancio - ideato dal direttore artistico della Fondazione, il violinista Fabrizio von Arx - che mira a renderla un’officina di liuteria per giovani artigiani e un centro culturale.

Casa Stradivari è stata inaugurata questa mattina alla presenza del Sindaco di Cremona e delle autorità. Ospiterà uno spazio di formazione per giovani liutai al piano terra dell’edificio, proprio dove Stradivari aveva la sua bottega. Gli apprendisti liutai frequenteranno un corso di 18 mesi sotto la guida di maestri di fama internazionale. Gli altri piani, invece, accoglieranno sale per approfondimenti e formazione strumentale, una biblioteca e una residenza che ospiterà regolarmente artisti impegnati in diverse discipline, chiamati a sviluppare progetti culturali.

Le nuove attività di Casa Stradivari prenderanno il via in autunno grazie alla collaborazione istituzionale tra la Fondazione Casa Stradivari, il Comune di Cremona e la Fondazione Museo del Violino "A. Stradivari”.

DICHIARAZIONI

Messaggio del ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso: «Casa Stradivari sarà un polo culturale per i giovani e darà ospitalità anche agli artisti già affermati. In questa cornice riuscirete certamente a creare un ambiente fertile per la crescita di nuovi talenti e l’avvio d’impresa di giovani liutai. Oggi a Cremona prende il via un’iniziativa che dà lustro a un italiano conosciuto in tutto il mondo da centinaia di anni per le sue creazioni diventate veri e propri oggetto di culto».

Fabrizio von Arx, direttore artistico Fondazione Casa Stradivari: «La storia di “The Angel” ci ha portato qui oggi, ci ha ispirato per continuare a scrivere nuove pagine. Casa Stradivari sarà allo stesso tempo un luogo della memoria e un ponte verso il futuro, sarà uno scrigno in cui custodire saperi intangibili dall’immenso valore, un centro culturale dinamico e un laboratorio artigiano dove questo sapere unico verrà trasmesso alle generazioni di domani».

Antonio Gambardella, presidente Fondazione Casa Stradivari : «Ridare nuova vita a Casa Stradivari significa valorizzare un luogo che custodisce un passato prezioso, farlo conoscere – in particolare ai più giovani– e soprattutto proiettarlo come presenza attiva e propositiva in ambito culturale e sociale e nel fermento artistico internazionale. L’intento è stimolare un confronto costante tra maestri e allievi, artisti affermati e giovani, quel dialogo virtuoso che già Stradivari coltivò con passione».

Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona: «Con la rinascita di Casa Stradivari viene realizzato un sogno per la nostra città, Cremona, patria di personalità straordinarie come Monteverdi e Stradivari. Questo nuovo inizio della Casa Stradivari ci ricorda il nostro passato, quello che siamo e come dobbiamo costruire il nostro presente e il nostro futuro. Siamo la città al mondo dove si incontrano musicisti e liutai intorno a strepitosi strumenti ad arco antichi e moderni, la città che coltiva la conoscenza nel saper fare liutario come elemento chiave di innovazione, che ha e deve avere consapevolezza della propria storia e dell’eredità culturale straordinaria che parla al mondo intero».

Era presente anche  Barbara Mazzali, assessore a Turismo, Marketing territoriale, Design, Moda e Grandi Eventi di Regione Lombardia

Fondazione Casa Stradivari
Ufficio stampa
 
1° foto Nastro Casa Stradivari_credits Yuma Murata
2° foto Gambardella Antonio_credits Yuma Murata
3° foto von Arx Galimberti inaugurazione_credits Yuma Murata
 
 
 
661 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online