Martedì, 26 gennaio 2021 - ore 15.06

CREMA - DENUNCIA - NOI, SETTORE CATERING, DIMENTICATI DA TUTTI

La denuncia

| Scritto da Redazione
CREMA - DENUNCIA - NOI, SETTORE CATERING, DIMENTICATI DA TUTTI
Un gruppo di lavoratori del catering del Cremasco chiede venga posta attenzione anche al loro settore. Data l'emergenza sanitaria, dallo scorso gennaio non percepiscono lo stipendio e nemmeno la cassa integrazione: il loro codice Ateco non risulta tra quelli beneficiari e nemmeno l'Inps o Agenzia dell'Entrate, Inail sanno cosa fare nè cosa dire a questi lavoratori.
Il settore del catering non compare nemmeno nell’ultimo Decreto ristori.
Come spiega Valentino Vanelli Tagliacane, di Bagnolo Cremasco, da 39 anni nel mondo della ristorazione,
“la categoria catering, sin da febbraio, da quando cioè è scoppiata la pandemia, non è mai stata definita. È da oltre 20 anni che la nostra azienda, di Lodi, opera in Lombardia e in Liguria. Ci occupiamo di banchetti per matrimoni, fiere, eventi aziendali. I mesi in cui abbiamo più lavoro sono da maggio a settembre e a dicembre con i party natalizi. Ci è anche capitato di dover provvedere a 10 catering al giorno”.
“Uno dei nostri problemi è che abbiamo la busta paga, ma il nostro non è né un contratto determinato né indeterminato. È pari a quello a chiamata o a prestazione. E questo non ci dà diritto ad ottenere la cassa integrazione o di avere accesso a qualche fondo regionale o statale, perché il nostro codice Ateco non è stato riconosciuto. Ci siamo rivolti ai referenti politici regionali del territorio cremasco. Ci hanno riferito che l’ultimo decreto ristori parla di micro aziende nell’ambito della ristorazione, ma non di catering. Ora abbiamo fatto appello anche al livello parlamentare per sapere se da Roma ci possano portare buone notizie”.
Ci auguriamo che anche a questo settore venga riconosciuto quanto dovuto ai lavoratori e lavoratrici,che comunque anche loro fanno parte del cerchio produttivo e econo-finanziario del nostro paese.
L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, persone sedute, tabella e cibo
 
577 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria