Sabato, 14 dicembre 2019 - ore 05.51

Cremona Accolta a Palazzo Comunale la delegazione coreana

La missione è stata organizzata dal Comune di Cremona insieme al Museo del Violino, all’Istituto Monteverdi, alla Fondazione Stauffer, a CremonaFiere, dove è in corso il Salone Internazionale Mondomusica, in sinergia con la Camera di Commercio, il Sindaco ha rimarcato che questo ha un significato fondamentale per la nostra città e non solo

| Scritto da Redazione
Cremona Accolta a Palazzo Comunale la delegazione coreana

Cerimonia di benvenuto ieri mattina, nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, per la delegazione coreana, da ieri in visita in città, in concomitanza con Cremona Mondomusica, composta dal Sindaco di Goryeong Yong Hwan Kwak, dal Direttore della  Korea Paparotti Foundation Kyung Sik Park, dal Direttore e da musicisti del Goryeong Gayageum Ensemble, dalla troupe del canale MBC di Dea Gu e da tour operator. Presente il Console Generale della Repubblica di Corea a Milano, Chang Jae-bok, gli ospiti sono stati accolti dal sindaco Gianluca Galimberti. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, la Presidente del Consiglio Comunale Simona Pasquali, l'assessora alla Rigenerazione Urbana Barbara Manfredini, il presidente della Commissione consiliare Cultura Luca Burgazzi, Paolo Bodini per Friends of Stradivari, Virginia Villa, Direttrice della Fondazione Museo del Violino, Paolo Salvelli, Presidente della Fondazione “W. Stauffer”, Andrea Cigni, Direttore dell'Istituto Superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi”, nonché rappresentanti di CremonaFiere e della Camera di Commercio. Sono queste le istituzioni che costituiscono il Sistema Cremona. 

Dopo gli inni nazionali, quello coreano suonato con due gayageum, lo strumento tradizionale più noto del Paese asiatico, e quello italiano eseguito da Marina Kotsadam al violino, Lorenzo Novelli alla viola e Andrea Nocerino al violoncello (tutti e tre allievi dell'Istituto Monteverdi), saluto ufficiale da parte del sindaco Gianluca Galimberti: “Cremona accoglie per la terza volta in pochi anni la delegazione coreana. Ne siamo onorati ed orgogliosi e ringraziamo le autorità coreane e cremonesi che hanno voluto essere presenti a testimonianza dell’importanza di questa sinergia formalizzata il 10 novembre 2014 con il Governatore di Goryeong–Gun (Repubblica di Corea) Yong Hwan Kwak attraverso una lettera di Intenti (MOU – Memorandum of Understanding) relativa allo Scambio Culturale ed Economico tra Cremona (Italia), capitale della liuteria e dello studio del suono, e la città di Goryeong-gun (Corea), dove è stato creato lo strumento musicale coreano per eccellenza, il gayageum. Cremona accoglie come Sistema”

Dopo avere ricordato che la missione è stata organizzata dal Comune di Cremona insieme al Museo del Violino, all’Istituto Monteverdi, alla Fondazione Stauffer, a CremonaFiere, dove è in corso il Salone Internazionale Mondomusica, in sinergia con la Camera di Commercio, il Sindaco ha rimarcato che questo ha un significato fondamentale per la nostra città e non solo: “E’ la dimostrazione del lavoro in atto per la costruzione di un vero e proprio ‘sistema città’. E allora, anche così, possiamo dire ai nostri ospiti coreani che Cremona dall’ultima volta che ci siamo visti è cambiata e cresciuta. Qui, al Dipartimento di Musicologia dell'Università di Pavia, abbiamo dato avvio alla prima Laurea in Italia in Restauro degli strumenti musicali e scientifici dentro ad un distretto culturale finanziato da Fondazione Cariplo che ci consente di sostenere e rilanciare progetti che mettono insieme sapere, ricerca ed imprese nel campo della musica, dei violini e del suono che è la nostra eccellenza. Qui, al Politecnico, abbiamo portato il master in ingegneria acustica, anche grazie all’impegno della Fondazione Arvedi Buschini. Qui, al nostro Museo del Violino, è ritornato il Messia, capolavoro di Stradivari. Qui, come sistema, stiamo condividendo e presentando per tempo la progettazione culturale cittadina: quest’anno sul Cinquecento con la mostra Janello Torriani e il 2017 le Celebrazioni Monteverdiane, evento di rilevanza nazionale ed internazionale. Qui i nostri laboratori hanno perfezionato una prima analisi sullo strumento gayageum: è l’eccellenza del nostro sapere e della nostra ricerca che è riconosciuta nel mondo. Qui, in questa missione, abbiamo coinvolto operatori turistici per incrementare i flussi tra Cremona e la Corea, anche nell’ambito del turismo musicale. Continuiamo a lavorare insieme per consolidare e sviluppare questa nostra sinergia. Lo facciamo in un momento anche di tensione in varie parti del mondo e anche nella penisola coreana. A testimonianza che anche così, grazie a questi rapporti costruiti nel nome della cultura e della musica, si costruisce un mondo di pace”.

A sua volta, Yong Hwan Kwak, Sindaco di Goryeong, ha ringraziato Cremona, i suo cittadini e il Sindaco Galimberti “per avere aperto una nuova pagina nella storia dei rapporti fra Occidente e Oriente, quando il 10 novembre 2014, è iniziata una relazione importante fra la città di Cremona, centro internazionale della liuteria, e la città di Goryeong, dove è fiorita la civiltà coreana con il regno di Daegaya. In questo modo si è favorito lo scambio culturale ed economico fra Ovest e Est”. Yong Hwan Kwak ha quindi ricordato che Goryeong possiede un importante patrimonio artistico: 700 tombe affrescate che nel 2015 sono state inserite con priorità nella lista dei siti candidati a diventare patrimonio dell'umanità, oltre ad un sito con bassorilievi scolpiti nella roccia e due importanti musei, e naturalmente il gayageum, strumento di origini antichissime, che ancora oggi è amato da un grande pubblico. “Oggi vorrei ringraziare i musicisti dell'Istituto Monteverdi e la delegazione della città di Cremona per la partecipazione l'anno scorso al Festival della Musica Orientale ed Occidentale della città di Goryeong.In quell'occasione, il pubblico, e in particolare i cittadini di Goryeong hanno potuto godere della grande emozione suscitata dal suono melodioso del violino e del gayageum. Fra pochi giorni, a Cremona Mondomusica si esibirà Goryeong Gayageum Ensemble della città di Goryeong e spero che questa sia un'occasione per attirare l'interesse di un folto pubblico. Infine, vorrei di nuovo ringraziare il sindaco Gianluca Galimberti e tutti i componenti della delegazione venuta  a Goryeong con l'augurio e la speranza che i nostri strumenti insieme, violino e gayageum, rafforzino il legame fra le nostre città e che questo legame duri nel tempo”, ha concluso Yong Hwan Kwak.

Saluto finale del Console Generale della Repubblica di Corea a Milano Chang Jae-bok, al quale ha fatto seguito la firma del Libro degli Ospiti, e lo scambio dei doni: un libro sulla liuteria al Sindaco di Goryeong, un volume della Storia di Cremona al rappresentante diplomatico. La delegazione coreana ha invece donato al Sindaco alcune porcellane e un ventaglio dipinti a mano da noti artisti locali.

Durante il soggiorno nella nostra città, la delegazione coreana incontrerà le autorità locali e visiterà, oltre a Cremona Mondomusica, il Museo del Violino, la mostra internazionale dedicata a Janello Torriani – Genio del Rinascimento, i laboratori di ricerca del Museo del Violino con la restituzione dello studio condotto sullo strumento coreano gayageum, la Pinacoteca e le eccellenze storico arti

659 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online