Venerdì, 20 maggio 2022 - ore 12.09

Cremona e smog. P. Bertolotti (FIAB): «Le favole hanno sempre un lieto fine»

«L’Europa ci chiede, da 15 anni, un uso consapevole dei mezzi di trasporto per limitare le emissioni nocive»

| Scritto da Redazione
Cremona e smog. P. Bertolotti (FIAB): «Le favole hanno sempre un lieto fine»

«Madrid, Barcellona, Parigi, Londra, Copenaghen, Amburgo, Oslo, Helsinki e altre capitali stanno elaborando piani di mobilità che prevedono entro il 2025 l’assenza delle auto per un raggio di km dal centro città, offrendo ai cittadini spostamenti perfetti con tramvie, bike e car sharing elettrico, con centinaia di km di piste ciclabili. Friburgo e Berlino hanno già costruito quartieri, puliti, colorati e senza auto. Dal gennaio 2017 tutti i treni olandesi funzionano con l’energia prodotta dal vento. In Germania sono realizzati i primi 20 km di una superstrada ciclabile di 100 km per permettere il pendolarismo di migliaia di lavoratori nella Ruhr (ma non era l’area più inquinata d’Europa?)»: così Piercarlo Bertolotti, Presidente di FIAB Cremona.

«La Principessa d’Olanda porta i figli a scuola, con una cargo bike sotto la neve e senza scorta, il Sindaco di Milano si fa vedere in bici per rimarcare la validità dell’Area C, il Ministro Delrio gira spesso per Roma in bici, così come numerosi altri suoi colleghi di tutta Europa. Questo è il mondo reale. L’Europa ci chiede, da 15 anni, un uso consapevole dei mezzi di trasporto per limitare le emissioni nocive, e ogni nazione prende i provvedimenti che più ritiene opportuno per sensibilizzare i propri cittadini. Nessuno vuole né obbligare né tantomeno vietare alcunchè. Vero, il traffico motorizzato non è la sola e unica fonte d’inquinamento, ma quel 30% e oltre incide in modo rilevante», aggiunge Bertolotti.

«Presto le periferie saranno collegate da ciclabili protette (Pozzaglio, San Felice, Cavatigozzi e, speriamo, anche il Boschetto) e allora ai cittadini verrà data una grande opportunità di scelta e non ho dubbi che un numero sempre maggiore di persone le utilizzeranno. Tutte le amministrazioni devono avere a cuore la salute e il benessere fisico dei propri concittadini e la nostra, che ha basato la campagna elettorale sulla rigenerazione urbana e nuove forme di mobilità, dispone di tutti gli elementi utili per valutare le criticità e prendere le decisioni che ritiene più opportune», continua il Presidente di FIAB Cremona. «Le nostre crociate le facciamo pedalando ogni giorno nelle strade cittadine per andare a lavorare, per far la spesa, per andare a scuola o per divertimento, cercando di arrivare vivi a casa. Le chiacchiere ci piacerebbe farle nel salotto della nostra bella Cremona, camminando e pedalando avvolti dalla musica che è parte della nostra storia e non respirando veleno».

«Negli anni passati, e anche a settembre scorso, in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, abbiamo chiesto un incontro con Confcommercio e col Presidente delle Botteghe del Centro per iniziare un dialogo costruttivo tra cittadini che hanno molte cose in comune, ma siamo sempre rimasti senza risposta. Il lieto fine della favola potrebbe essere proprio questo: un chiarimento tra persone che si conoscono e si rispettano da decenni», conclude Bertolotti.

826 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria