Lunedì, 23 maggio 2022 - ore 15.32

Cremona Incontro promosso da Il Tempo ritrovato e dalla Piccola Biblioteca

Libri, app e podcast: le abitudini di lettura di bambini e ragazzi nell’era del covid Il 2 incontro on-line con l’Associazione editori

| Scritto da Redazione
Cremona Incontro promosso da Il Tempo ritrovato e dalla Piccola Biblioteca

Cremona Incontro promosso da Il Tempo ritrovato e dalla Piccola Biblioteca

Libri, app e podcast: le abitudini di lettura  di bambini e ragazzi nell’era del covid Il 2 incontro on-line con l’Associazione editori

Libri, app e podcast. Le abitudini di lettura dei bambini e dei ragazzi sono radicalmente cambiate e la pandemia ha dato un’accelerazione importante a questa trasformazione, anche se il libro fisico rimane ancora centrale. Il progetto Il Tempo ritrovato, promosso dal Comune di Cremona e dagli Istituti comprensivi cittadini (capofila l’Istituto Comprensivo Cinque), dedica il prossimo appuntamento a nuove e vecchie tendenze di lettura delle giovani generazioni. Lo fa con un incontro organizzato in collaborazione con la Piccola Biblioteca del Comune di Cremona, specializzata in letteratura per l’infanzia.

L’evento che si terrà on-line è in programma per mercoledì 2 febbraio 2022 dalle ore 17 alle ore 19 (il precedente appuntamento di dicembre è stato rimandato per ragioni tecniche). Ospiti saranno Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio studi dell’Associazione italiana editori (AIE), titolare dello Studio Livingstone di ricerche di mercato e consulenze editoriali e docente di editoria all’Università statale di Milano, e Cristina Mussinelli, consulente AIE per l’editoria digitale, e segretario generale della Fondazione LIA che promuove lo sviluppo della lettura digitale accessibile.

Un’occasione per presentare a genitori, insegnanti, educatori, bibliotecari, librai e in generale a tutti gli appassionati di libri i risultati della ricerca condotta dall’Associazione italiana editori dal titolo “Bambini e ragazzi tra libri, app e podcast nell’anno del covid-19”, un’analisi sui comportamenti dei piccoli lettori e sui cambiamenti portati dalla pandemia, che evidenzia le potenzialità del digitale e la sopravvivenza del cartaceo.

“Desideriamo ringraziare AIE per questa importante ricerca - dichiarano congiuntamente gli Assessori all’Istruzione ed alla Cultura Maura Ruggeri e Luca Burgazzi - perché aiuta ad approfondire le attuali preferenze di lettura dei giovani, offrendo nuovi spunti per arricchire le iniziative volte alla promozione della lettura nelle scuole. L’incontro del 2 febbraio è un importante appuntamento per tutti coloro che sono a contatto con i giovani, dagli insegnanti ai genitori, oltre che agli addetti ai lavori - bibliotecari e librai. La lettura è un’importante opportunità di crescita per il singolo, ma anche per tutta la società nel suo complesso, ed è necessario conoscere i canali, tradizionali o tecnologici, che utilizzano i giovani per poter essere sempre pronti ad accompagnarli nella loro crescita”.

Per partecipare all’incontro è necessario iscriversi, compilando il modulo al seguente link https://forms.gle/XLxhb2j3Y3V5SCrdA. Al termine si riceverà il link per l’evento. Successivamente il video dell’incontro sarà disponibile sul canale YouTube del Comune di Cremona.

L’appuntamento con AIE, oltre ad essere presentato all'interno del progetto Il Tempo ritrovato, si inserisce anche nella mini rassegna "Cremona città che legge" organizzata dal Comune di Cremona attraverso il Settore Cultura e Musei ed il Settore Politiche Educative, che prevede in aggiunta la presentazione del Patto per la lettura di Cremona, giovedì 3 febbraio ore 11:30 in Sala Eventi di Spazio Comune e un laboratorio di microfiabe organizzato sabato 5 febbraio alle ore 10.30 presso la Piccola Biblioteca: “Alla scoperta del magnifico mondo delle Microfiabe - letture e laboratorio per bambini dai 7 ai 10 anni”.

L’attenzione che la città riserva a questo tema non è una novità: Cremona riceve da diversi anni dal Ministero della Cultura il riconoscimento di “Città che legge”, per la presenza di librerie e biblioteche e per le numerose iniziative promosse in questo ambito anche grazie all’attività di scuole e associazioni.

227 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online