Giovedì, 12 dicembre 2019 - ore 18.01

Cremona LIBRERIA DEL CONVEGNO Due appuntamenti da non perdere Sabato 2 e domenica 3 Novembre

Il 2 novembre PRIMA ASSOLUTA CON IL SANNIXISMO ; il 3 novembre APPUNTAMENTO CON LA LIRICA E LA POESIA

| Scritto da Redazione
Cremona LIBRERIA DEL CONVEGNO Due appuntamenti da non perdere Sabato 2 e domenica 3 Novembre

Cremona LIBRERIA DEL CONVEGNO Due appuntamenti da non perdere Sabato 2 e domenica 3 Novembre

Il 2 novembre PRIMA ASSOLUTA CON IL SANNIXISMO ; il 3 novembre APPUNTAMENTO CON LA LIRICA E LA POESIA

PRIMA ASSOLUTA CON IL SANNIXISMO :Appuntamento Sabato 2 novembre, dalle ore 17, alla Libreria del Convegno in corso Campi 72, per l’incontro “More sannixism is needed” e la messa in scena dell’opera teatrale “Tu puzzi” per la regia di Ilaria Spotti.

Avremo l’occasione di conoscere da vicino il Movimento Sannixista con la messa in scena della pièce teatrale e di avere in sala diversi esponenti storici del sannixismo, movimento artistico impegnato da diversi anni in spettacoli rocamboleschi che vanno contro i luoghi comuni culturali del rapporto tra fruitore e artista. Basti pensare che i sannixisti mettono in scena i loro eventi in luoghi insoliti, difficili da raggiungere, località semisconosciute, parcheggi, aree di servizio, cortili e tutto ciò che è fuori dalla norma. Questo è nella logica del sannixismo che proprio per statuto rifugge la notorietà e le strategie per accalappiare il pubblico.

L’occasione del 2 novembre alla Libreria del Convegno è quindi particolarmente importante perché vedrà la presentazione del Manuale del Perfetto Sannixista (ed. Gattogrigio, libro stampato appositamente per questo evento in 50 copie) e sarà una delle rare occasioni di vedere un evento sannixista, cosa altrimenti molto difficile. Come per i rave illegali, il sannixismo si diffonde per passaparola con messaggi su Telegram e gruppi creati ad hoc e subito cancellati.

Lo storico fondatore del Movimento Sannixista Georges Durhman, morto nel 2009 in un incidente aereo, era solito dire: “Verrà il tempo in cui qualcuno avrà visto uno spettacolo sannixista e qualcun altro no”. Se siete curiosi di saperne di più, l’unica possibilità è andare direttamente Sabato 2 novembre alla Libreria del Convegno in Corso Campi.

Domenica 3 novembre ore 18:00 - Lirica e poesia alla libreria del convegno con Leonardo Tonini- Stefano Ghisleri -Ilaria Spotti e Veronica Gasparini

----------------------------

APPUNTAMENTO CON LA LIRICA E LA POESIA , Domenica 3 novembre

Lirica e poesia alla libreria del convegno in corso Campi 72, Domenica 3 novembre, dalle 18. Il compositore Stefano Ghisleri, fresco del successo in Svezia, terrà una lezione concerto su Musica e Poesia. Con la soprano Veronica Gasparini, si cercherà di indagare sul rapporto tra musica e poesia, in una conferenza aperta agli interventi e alle domande del pubblico. Quattro brani previsti, due di Ghisleri stesso che ha musicato una ballata di Dante Alighieri e un notturno su testo di Leonardo Tonini, e due di Liszt (su un sonetto del Petrarca) e Respighi (su testo di D’Annunzio)

Al Maestro Stefano Ghisleri, pianista e compositore, di ritorno dalla Svezia, invitato dall’ambasciata italiana per la Settimana della lingua italiana, dove ha eseguito la difficilissima Strindberg suite, abbiamo chiesto lumi sul programma di domenica pomeriggio.

Franz Liszt: "I vidi in terra angelici costumi", su un sonetto di Francesco Petrarca

“Liszt ha musicato tre sonetti del Petrarca. La versione per pianoforte è contenuta nella raccolta "Anni di pellegrinaggio" mentre le versioni con la voce sono state pubblicate separatamente. In queste composizioni possiamo ascoltare il Liszt più meditativo e introspettivo, lontano dal virtuosismo, talvolta anche eccessivo, che caratterizza gran parte della sua opera.”

Stefano Ghisleri: "Deh Violetta che in ombra d'Amore", su una ballata di Dante Alighieri

“E’ un brano dal carattere meditativo nella prima parte e intenso nella parte centrale, utilizza una ritmica musicale moderna con cambi di accenti pur utilizzando armonie che potremmo definire di fine ottocento. La composizione è stata presentata in prima assoluta all'interno del PoesieSommer in Svizzera.”

Stefano Ghisleri: "La notte tace", su testo di Leonardo Tonini

“Brano drammatico, si caratterizza per una parte iniziale estremamente cupa, con il Do grave del pianoforte a rappresentare la solitudine descritta dall'autore del testo, in opposizione alla sezione centrale, sostanzialmente atonale, in cui la voce esegue un "quasi recitato" mentre il pianoforte crea al di sotto un'atmosfera di grande turbamento. La parola incompleta nel finale vuole rappresentare in maniera ancora più forte la notte che tace.

Ottorino Respighi: "La naiade", su testo di Gabriele D'Annunzio

“Seconda di una collezione di quattro liriche, alterna alla mano destra che avanza per quinte parallele, una modalità che potremmo dire alla Debussy, una più mossa mano sinistra che dà il ritmo al brano e mantiene l'ascoltatore in attesa di una risoluzione armonica che non avviene mai. Al di sopra di tutto questo la voce della soprano canta una melodia dai lineamenti tortuosi e imprevedibili. Impossibile non notare l'influenza di Puccini in questa composizione, in particolare di Bohème.”

Le poesie saranno recitate da Ilaria Spotti e cantante dalla soprano Veronica Gasparini, nota cantante d’opera bresciana.

308 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online