Mercoledì, 13 novembre 2019 - ore 20.45

Cremona-Mantova, nota della Giunta comunale e del Presidente della Provincia di Cremona

"Bene l’impegno della Regione, ma serve anche il raddoppio della linea ferroviaria"

| Scritto da Redazione
Cremona-Mantova, nota della Giunta comunale e del Presidente della Provincia di Cremona

Cremona, 2 agosto 2019 – Il territorio cremonese unito e quello mantovano avevano chiesto alla Regione chiarezza rispetto al collegamento su gomma tra i due capoluoghi, Cremona e Mantova, attualmente possibile solo attraverso la vecchia e trafficata strada provinciale a due corsie.

Nell'incontro tenutosi a Milano, il Comune di Cremona, rappresentato dall'Assessore Simona Pasquali, e la Provincia, rappresentata dal Presidente Rosolino Azzali, la Regione ha presentato diversi scenari per far uscire il territorio dall'isolamento, prefigurandone sostanzialmente due.

L’uno prevede l’impegno diretto della Regione, attraverso una società totalmente partecipata (impegno finanziario regionale stimato in 750 milioni di euro su un costo complessivo dell'opera di circa un miliardo e 200mila euro), finalizzato alla realizzazione di un’autostrada a pedaggio agevolato: in questo caso però non sono contemplate tutte le opere di compensazione richieste dai territori, in particolare dal Casalasco. L’altro, subordinato ad un’interlocuzione con ANAS (l’ente che a breve diventerà proprietario dell'ex SS10), potrebbe concretizzarsi come un raddoppio del tracciato stradale con relative varianti.

Alla luce di quanto emerso nella riunione di ieri, la Giunta comunale e il Presidente della Provincia di Cremona dichiarano quanto segue: “Apprezziamo l'impegno della Regione a dare finalmente risposte a istanze da tempo irrisolte. Tuttavia, per avere elementi di valutazione rispetto alla fattibilità ed alla sostenibilità degli scenari prospettati, auspichiamo che la Regione sondi anche l’effettiva possibilità di collaborazione con ANAS e fornisca certezze sui tempi di realizzazione.

Detto questo le infrastrutture non saranno mai complete se non ci sarà anche il raddoppio della ferrovia Mantova-Cremona-Milano, insieme alla risoluzione di problemi relativi ad altre tratte ferroviarie strategiche ai quali chiediamo con fermezza che il Governo dia risposte definitive: i finanziamenti per questa infrastruttura sono già stati messi a bilancio dalle Ferrovie dello Stato. Da qui la necessità di uno sforzo comune perché il territorio sia unito anche in questa sfida.

Il Presidente della Regione Attilio Fontana si è impegnato a riconvocare il tavolo nel mese di settembre: il nostro auspicio è che in quella occasione vengano forniti elementi di concretezza e fattibilità su tutte le partite aperte. Gomma, ferro, navigazione, manutenzione di ponti e strade, sostenibilità dell'ambiente: la battaglia su tutti questi fronti significa infatti un impegno costante per lavoro, sviluppo, economia, turismo, capacità attrattiva di Cremona e del suo territorio”.

 

317 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online