Martedì, 27 ottobre 2020 - ore 13.04

CREMONASSISI TIME FOR PEACE, TIME TO CARE DAL CUORE DELLA NOSTRA CITTÁ UN ABBRACCIO DI PACE E SOLIDARIETÁ

Oltre un centinaio di cittadine e cittadini cremonesi, variamente attivi nelle diverse forme di impegno civile sociale sindacale politico nella comunitá locale, hanno risposto all'invito delle donne e degli uomini del movimento per la pace e la solidarietá internazionale, animando nel pomeriggio di sabato lo spazio e il tempo della Piazza del Comune

| Scritto da Redazione
CREMONASSISI  TIME FOR PEACE, TIME TO CARE DAL CUORE DELLA NOSTRA CITTÁ UN ABBRACCIO DI PACE E SOLIDARIETÁ CREMONASSISI  TIME FOR PEACE, TIME TO CARE DAL CUORE DELLA NOSTRA CITTÁ UN ABBRACCIO DI PACE E SOLIDARIETÁ CREMONASSISI  TIME FOR PEACE, TIME TO CARE DAL CUORE DELLA NOSTRA CITTÁ UN ABBRACCIO DI PACE E SOLIDARIETÁ CREMONASSISI  TIME FOR PEACE, TIME TO CARE DAL CUORE DELLA NOSTRA CITTÁ UN ABBRACCIO DI PACE E SOLIDARIETÁ


CREMONASSISI  TIME FOR PEACE, TIME TO CARE DAL CUORE DELLA NOSTRA CITTÁ UN ABBRACCIO DI PACE E SOLIDARIETÁ

CON LA STORICA MARCIA DEL PACIFISMO ITALIANO

Oltre un centinaio di cittadine e cittadini cremonesi, variamente attivi nelle diverse forme di impegno civile sociale sindacale politico nella comunitá locale, hanno risposto all'invito delle donne e degli uomini del movimento per la pace e la solidarietá internazionale, animando nel pomeriggio di sabato lo spazio e il tempo della Piazza del Comune.

La manifestazione, proponendo in una modalitá informale un "flash-mob" itinerante di gesti segni e parole, ha unito idealmente il cuore civile e religioso della nostra cittá con le iniziative in corso nel cuore verde del nostro Paese in occasione della 3 giorni "Time for Peace, Time to Care" promossa dalla Marcia della Pace e della Fraternitá dei Popoli 2020.

Lo storico appuntamento di incontro, riflessione e mobilitazione del pacifismo italiano ed internazionale, dentro la perdurante emergenza sanitaria e per evitare eccessivi assembramenti, si realizza quest'anno nella forma di una lunghissima Catena Umana che collega le due cittá umbre.

Bandiere della Pace e dei Diritti Umani, cartelli autoprodotti dagli studenti, disegni a tema, striscioni dedicati hanno colorato per 3 ore il selciato e le prospettive di Piazza del Duomo, dipingendo l'iride pacifista sullo sfondo del Torrazzo, del Duomo e del Palazzo Comunale.

Le coperte termiche usate dai soccorritori per il salvataggio dei profughi e dei migranti hanno rappresentato empaticamente il sostegno alle navi delle ONG che salvano vite nel Mare Nostrum e ai volontari che le accolgono e le accompagnano nelle nostre cittá.

Sabato 10 ottobre alle 17, un corteo spontaneo ha fatto viaggiare un enorme bandierone della pace di 200 metri quadri in tutti gli angoli della piazza e poi nelle vie del centro storico, da piazza stradivari a largo boccaccino.

Alla musica etnica dei popoli diffusa dagli altoparlanti allestiti dagli attivisti, si sono alternati messaggi, interventi e testimonianze di numerosi esponenti del movimento pacifista e solidale e di diverse realtá sociali del territorio.

Sono intervenuti, tra gli altri, Maurizio Mele, Marco Pezzoni, Carla Bellani, Giovanni Fusar Poli e Gigi Rossetti, che hanno richiamato i contenuti delle giornate internazionali di iniziativa ed espresso la coerente continuitá tra la mobilitazione popolare contro ogni guerra ed ogni razzismo, contro ogni violenza ed ogni sfruttamento e le mille forme di impegno civile culturale sociale quotidiano nella comunitá e nel territorio, nei luoghi di vita e di cura, di lavoro e di formazione, di cultura e di solidarietá, per un'alternativa di pace nella giustizia.

Un particolare appello è stato lanciato dai partecipanti ai governanti e alle istituzioni ad ogni livello, per il taglio delle spese militari, per scelte concrete di disarmo a partire da quello nucleare, per l'accoglienza delle persone in cerca di salvezza, per una nuova economia sociale e ambientale equa e sostenibile, per ls ricostruzione di una societá della cura e della relazione.

La manifestazione si è conclusa con una "Dichiarazione di Pace tra gli uomini e le donne e  con la Natura", nel nome dell'Umanitá e del Pianeta.

Cremona 10 ottobre 2020

 

 

515 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online