Domenica, 25 luglio 2021 - ore 01.01

Divorzio (breve) all’italiana | Paolo Cova

Ecco, dunque, le novità: viene ridotto da tre anni a un anno di durata minima il periodo di separazione ininterrotta dei coniugi per la legittimazione alla domanda di divorzio.

| Scritto da Redazione
Divorzio (breve) all’italiana | Paolo Cova

Alla Camera abbiamo approvato in via definitiva, quasi all’unanimità (solo 28 voti contrari) il provvedimento sul cosiddetto “divorzio breve”, che interviene sulla disciplina dello scioglimento del matrimonio con la finalità di ridurre i tempi necessari a ottenere il divorzio.

Una legge frutto di una mediazione non sempre semplice tra le forze politiche che recepisce le osservazioni di magistrati, esperti e associazioni, con la finalità di rendere più snelle le procedure legali e ridurre i contenziosi.

Ecco, dunque, le novità: viene ridotto da tre anni a un anno di durata minima il periodo di separazione ininterrotta dei coniugi per la legittimazione alla domanda di divorzio. Il termine decorrerà dalla comparsa dei coniugi davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale. Ai fini della riduzione del termine non si tiene conto della presenza o meno di figli minori. È, inoltre, ulteriormente ridotto nelle separazioni consensuali a sei mesi la durata del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che permette la proposizione della domanda di divorzio e viene riferito il termine più breve anche alle separazioni che, inizialmente contenziose, si trasformano in consensuali.

Inoltre, la comunione dei beni viene meno già nel momento in cui il giudice autorizza la coppia a vivere separata. La nuova disciplina si applica anche ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore del provvedimento.

Paolo Cova

 

879 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria