Sabato, 02 luglio 2022 - ore 16.08

E…state con il CTB! Il Centro Teatrale Bresciano presenta la nuova Stagione estiva - 1 di 2

Dal 13 giugno al 13 luglio, 27 appuntamenti con il teatro per grandi e piccini, per trascorrere insieme l’estate, sotto le stelle

| Scritto da Redazione
 E…state con il CTB! Il Centro Teatrale Bresciano presenta la nuova Stagione estiva - 1 di 2

Percorsi diversi, per un’offerta artistica che coinvolge alcuni dei più grandi interpreti del teatro di oggi, accanto a progetti originali e site specific, e che riserva ampio spazio alla nuova drammaturgia

con spettacoli 3 firmati CTB.

Una proposta culturale di alto profilo che si svolgerà al Chiostro del Teatro Mina Mezzadri, nel parco archeologico di Brescia antica e nell’area di Via Milano

Appuntamento con il grande teatro per la Stagione estiva del Centro Teatrale Bresciano. Una rassegna di 27 serate, che si svolgeranno dal 13 giugno al 13 luglio in diversi luoghi della città, pensata anche per i bambini.

In continuità con l’impostazione delle ultime Stagioni estive, il Centro Teatrale Bresciano ha immaginato diversi percorsi, per un’offerta artistica che coinvolge alcuni dei più grandi interpreti del teatro di oggi, accanto a progetti originali e site specific, e che riserva ampio spazio alla nuova drammaturgia, con tre spettacoli la cui produzione è firmata Centro Teatrale Bresciano.

Quest’estate torna protagonista il poetico Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri, luogo simbolo della storia teatrale della città, che ospiterà tre appuntamenti con grandi nomi del teatro italiano, Elena Bucci, Ugo Dighero e Giuliana Musso, che porteranno a Brescia alcuni spettacoli di grande successo.

Il Chiostro è anche teatro delle serate dedicate ai bambini: uno spettacolo di burattini tradizionali e una fiaba poetica e divertente sono gli ingredienti pensati dal CTB per coinvolgere i più piccoli.

Nuova produzione Centro Teatrale Bresciano realizzata con Fondazione Brescia Musei, Didone Adonàis Domine è lo spettacolo che si inserisce e inaugura il nuovo e inedito progetto espositivo di Emilio Isgrò, tra i grandi protagonisti dell’arte contemporanea, Isgrò cancella Brixia, progettato per Brescia da Fondazione Brescia Musei, che coinvolgerà Brixia. Parco archeologico di Brescia romana e il Museo di Santa Giulia dal 23 giugno all’8 gennaio 2023. Didone Adonàis Domine è un progetto ambizioso che vede il testo di Emilio Isgrò, con la regia di Giorgio Sangati e l’interpretazione di Sandra Toffolatti: uno spettacolo innovativo, realizzato al Teatro romano dell’area archeologica della Brescia antica, che farà viaggiare nel tempo gli spettatori.

In un altro luogo simbolo della città va in scena Apologia di Socrate, con Luciano Bertoli: nel maestoso Capitolium dell’area monumentale, l’attore bresciano farà risuonare le potenti parole del grande filosofo, giunte sino a noi attraverso Platone.

Evento site specific è anche La Città dei Miti, esperienza teatrale di grande forza che nasce dalla riflessione sulla corrispondenza tra tragedia greca e modelli della società contemporanea. Forti del successo dello scorso anno, al Bistrò Popolare di via Milano tornano in scena Eracle, l’invisibile con Christian Di Domenico e Medea in via Milano con Elena Cotugno, due storie feroci ideate e dirette da Gianpiero Alighiero Borgia, che rompono la distanza tra palcoscenico e platea, trascinandoci in una modalità esperienziale emozionante.

Teatro, parole e musica, poesia, drammaturgia contemporanea, riletture del mito, luoghi meravigliosi della storia di Brescia e nuovi spazi urbani, per sognare e trascorrere insieme al pubblico della città e agli artisti l’estate 2022.

D’ESTATE AL CHIOSTRO Il Centro Teatrale Bresciano ritorna anche quest’anno nel suggestivo e poetico Chiostro Santa Chiara (Contrada Santa Chiara 50/A), con la rassegna D’estate al Chiostro. Cuore dei progetti estivi del CTB degli ultimi anni, in questa edizione il Chiostro si apre anche ai più piccoli, ospitando due serate pensate per i bambini e le famiglie che rientrano nel percorso Il Chiostro per le famiglie.

La rassegna inizia infatti il 13 giugno alle ore 20 con Il mercante di Legnate, uno spettacolo di burattini tradizionali con Paolo Rech e Nelso Salton (età consigliata: a partire dai 4 anni). Tra burattini tradizionali, musica e rumori va in scena la storia di Arlecchino che, poverissimo, coltiva l’ambizione di sposare la figlia del Re e si mette così in affari, vendendo quello che ha sempre ricevuto: “sonore” legnate! Uno spettacolo emozionante e divertente che, partendo dalle radici della tradizione del teatro dei burattini, fonde insieme diversi linguaggi, dalla narrazione, al canto, all’animazione.

A seguire, il 20 giugno, sempre alle ore 20, il CTB propone Un sogno nel Castello scritto, interpretato e diretto da Massimiliano Fenaroli e Marcello Nicoli. Bon Bon e Gratta Gratta, i buffi protagonisti, sono artisti girovaghi, cantastorie e imbonitori che danno vita a uno spettacolo di repertorio giullaresco e saltimbanco, ritmato dal continuo cambio di personaggi. La vicenda ci racconta di Sorrisolo, paese tranquillo e felice, dove arriva Stressone, lo Stregone Mangiatempo, che ruba a grandi e bambini il tempo dedicato al divertimento per trasformarlo in tempo di lavoro e tristezza.

Gli spettacoli di Il Chiostro per le famiglie sono inseriti nel progetto Grandi Famiglie realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo e in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Brescia.

Spazio poi agli appuntamenti con grandi interpreti del teatro nazionale. Il 28 e 29 giugno, alle ore 21.30, il Chiostro ospita Platero Y Yo con Ugo Dighero e il chitarrista Christian Lavernier. Piccolo capolavoro scritto dal Premio Nobel Juan Ramon Jimenez e musicato da Mario Castelnuovo-Tedesco, Platero Y Yo ci racconta una storia di amicizia straordinaria, ambientata in Andalusia, i cui protagonisti sono un piccolo asinello e lo stesso Jimenez che, tra fantasia e realtà, compiono insieme un viaggio tra le strade di Moguer. Ugo Dighero e Christian Lavernier portano in scena con grande forza espressiva quest’opera per voce narrante e chitarra solista, una fiaba filosofica per adulti in cui la voce diventa strumento, lo strumento diviene voce, in un sorprendente gioco di armonie.

Elena Bucci torna al Chiostro il 5 e 6 luglio, ore 21.30, con Autobiografie di ignoti, ovvero Barnum con le musiche originali eseguite dal vivo alla tastiera e al violino da Fabrizio Puglisi. Siamo in un bar, che potrebbe essere in un paese di Romagna come a Sidney, Singapore o Parigi. In questo luogo immaginario si muovono, come in una danza, personaggi che parlano in poesia, in rima e in musica, per trasformare le vite vere in storie e 

ballate. Elena Bucci torna in scena con un lavoro che dalla poesia all’improvvisazione, dal racconto al canto, dalla danza al piccolo gesto quotidiano ci trasmette un racconto fantastico e poetico in cui si intersecano autobiografia e storie di persone che l’artista ha conosciuto o sfiorato, insieme alla parola poetica di Pessoa e l’ispirazione alla multiforme visione di Virginia Woolf.

Appuntamento conclusivo della rassegna al Chiostro, il 12 e 13 luglio, sempre alle ore 21.30, La fabbrica dei preti di e con Giuliana Musso. Ultimo lavoro di indagine e scrittura dell’attrice vicentina, lo spettacolo intreccia tre diverse forme di racconto: un reportage della vita nei seminari, la proiezione di tre album fotografici e la testimonianza vibrante di tre personaggi, un timido ex-prete, un ironico prete anticlericale e un prete poeta/operaio. Tre uomini anziani che si raccontano con franchezza, dalla giovinezza in un seminario, ai tabù, alle regole, gerarchie, e poi l’impatto col mondo e con le donne. E raccontando di loro, lo spettacolo ci racconta anche di noi, delle nostre buffe ipocrisie, paure, fragilità e della bellezza dell’essere umano.

DIDONE ADONÀIS DOMINE Nuovo ed entusiasmante progetto, con Didone Adonàis Domine Centro Teatrale Bresciano e Fondazione Brescia Musei portano in scena in uno dei luoghi più suggestivi della Brescia antica il teatro di Emilio Isgrò, tra i più grandi protagonisti dell’arte contemporanea, che ha segnato profondamente la nuova drammaturgia.

Inserito nel più ampio progetto Isgrò cancella Brixia, lo spettacolo è diretto da uno dei registi di primo piano della scena europea, Giorgio Sangati, e affida il ruolo della protagonista alla pluripremiata attrice Sandra Toffolatti, sul palcoscenico insieme a Elena Antonello, Giacomo Mangiola e Gianluca Pantaleo; le scene sono di Stefano Zullo, i costumi di Eleonora Rossi, le luci di Cesare Agoni, le videoscenografie di Raffaella Rivi, i suoni e le musiche di Giovanni Frison, la cura del movimento di Marco Angelilli, Irene Carera è assistente alla regia, per una produzione Centro Teatrale Bresciano e Fondazione Brescia Musei.

Rappresentato una sola volta 36 anni fa, il testo di Isgrò, rigorosamente in versi, si presenta come una vera e propria partitura musicale che mette in dialogo il solista e il coro, facendo risuonare per noi la storia dell’eroina virgiliana, da secoli simbolo dell’abbandono e dell’amore perduto, ma anche dell’aspirazione all’infinito. Luogo eterno e carico di storia, il Teatro romano diventerà una gigantesca tavolozza su cui prenderà vita una scenografia immateriale in un perenne movimento di musiche, suoni e luci per un’esperienza teatrale di rara intensità.

Lo spettacolo andrà in scena alle ore 21.45, al Teatro romano (via Musei, 55) presso Brixia. Parco archeologico di Brescia romana, nelle seguenti date: 22, 23, 24 giugno e 1, 2, 3 luglio.

APOLOGIA DI SOCRATE Dal 14 al 16 giugno, alle ore 21.30, in un altro luogo di grande suggestione del Parco archeologico di Brescia romana, il Capitolium (via Musei, 55), il CTB propone lo spettacolo Apologia di Socrate, di Platone, con Luciano Bertoli, nella versione scenica di Carlo Rivolta e Nuvola de Capua, dalla traduzione di Giovanni Reale, per la regia di Nuvola de Capua, compagnia Carlo Rivolta; una produzione Centro Teatrale Bresciano.

Apologia è il dialogo tra Socrate e la Città: l’estremo interrogare e provocare una città in crisi, una democrazia debole, pervasa dalla mentalità del profitto, del successo, del potere senza regole (…). La sua parola risuona forte e chiara nell’aria che respiriamo, non meno inaudita che nell’aria malsana di quella Atene.” Nuvola de Capua porta in scena un testo-fondamento

della civiltà occidentale, tra le più alte espressioni del pensiero filosofico e politico della nostra

storia, che arriva a noi grazie a Platone e a cui, oggi, nel maestoso Capitolium, dà voce e corpo il bravissimo Luciano Bertoli.

LA CITTÀ DEI MITI Dallo studio della tragedia greca e dall’osservazione della società contemporanea nasce La Città dei Miti, il progetto promosso dal Centro Teatrale Bresciano che si inserisce nell’ambito di Oltre la strada pensato da Comune di Brescia per il recupero e la valorizzazione del comparto di via Milano e che torna oggi dopo il successo dello scorso anno.

Un’esperienza teatrale a forte impatto emotivo realizzata in collaborazione con Cooperativa La Rete e Teatro dei Borgia, che mette a confronto i paradigmi della classicità con i corrispondenti modelli sociali dei giorni nostri.

Il risultato è una suite di spettacoli in cui le figure mitiche di Eracle e Medea vengono proiettate nella contemporaneità e identificate rispettivamente con un genitore separato e una prostituta straniera. Christian Di Domenico ed Elena Cotugno interpretano con straordinaria bravura le storie di questi personaggi, storie in cui la quotidianità si trasforma in vita feroce e solitudine che trascina i protagonisti in abissi impensabili. Rompendo la distanza tra scena e platea, gli spettacoli coinvolgono direttamente il pubblico come parte interattiva e integrante del meccanismo teatrale, in una modalità esperienziale intensa ed emozionante.

Gli spettacoli si svolgono tutti i giorni dal 21 al 25 giugno e dal 28 giugno al 2 luglio presso il Bistrò Popolare (via Industriale, 14), alle ore 19.45 (in contemporanea); al termine degli spettacoli sarà possibile cenare al Bistrò Popolare in compagnia degli attori.

Con Eracle, l’invisibile da Euripide, di Fabrizio Sinisi, con Christian Di Domenico, regia di Gianpiero Alighiero Borgia, va in scena un parallelismo disturbante tra l’eroe classico, Eracle, divino nella sua proverbiale forza, e una figura della società contemporanea, il marginalizzato, il senzatetto. Nella folla degli invisibili, Christian Di Domenico interpreta il ruolo del genitore separato e ne porta in scena le traversie economiche, sociali e psicologiche che, come in un vortice, lo trascinano nella disperazione più buia, minando l’equilibrio interiore. Uno spettacolo immersivo che, partendo dal mito e dalla tragedia euripidea, arriva dritto ai giorni nostri.

Forte del successo dello scorso anno, torna la produzione Centro Teatrale Bresciano Medea in via Milano spettacolo diretto da Gianpiero Alighiero Borgia, scritto da Fabrizio Sinisi ed Elena Cotugno. Medea in via Milano rilegge la tragedia dello straniero attraverso la forza del mito greco di Medea. Lo spettacolo racconta di una donna scappata dal proprio paese, arrivata in Italia e finita a prostituirsi per amore di un uomo da cui si crede ricambiata e con cui ha due figli. Come per Medea l’amore, la speranza, la fiducia in un destino migliore si spengono in un’ossessiva disperazione che culmina in un tragico abisso.

Gli spettacoli di La Città dei Miti sono inseriti nel progetto Grandi Famiglie realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo.

Un’estate ad alta temperatura culturale, ricca di tematiche e suggestioni su cui riflettere e interrogarsi, ma anche di leggerezza, per divertirsi e stare insieme ai nostri bambini.

La vendita di biglietti e abbonamenti è attiva il 30 e 31 maggio 2022 per gli abbonamenti per D’estate al Chiostro e i biglietti per Il Chiostro per le famiglie | La Città dei Miti | Didone Adonàis Domine | Apologia di Socrate. Dall’1 giugno saranno in vendita i biglietti per tutti gli eventi in cartellone.

Informazioni:

Centro Teatrale Bresciano | t. 030 2928617; info@centroteatralebresciano.itBiglietteria | t. 030 2808600; biglietteria@centroteatralebresciano.it

272 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria