Giovedì, 19 maggio 2022 - ore 04.26

ENTRO LA PRIMAVERA AL VIA I LAVORI PER REALIZZARE UNA BARRIERA VERDE E ANTI RUMORE IN VIA ACQUAVIVA

LO SVUOTAMENTO DEL DEPOSITO TEMPORANEO DI ROTTAMI AVVERRÀ IN AUTUNNO

| Scritto da Redazione
 ENTRO LA PRIMAVERA AL VIA I LAVORI PER REALIZZARE UNA BARRIERA VERDE E ANTI RUMORE IN VIA ACQUAVIVA

“Il deposito temporaneo di stoccaggio situato in via Acquaviva 6 andrà ad esaurimento. Le ragioni che avevano motivato, in un periodo emergenziale, ad accumulare in questa zona rottami (non rifiuti) stanno rientrando e per tale ragione il materiale ferroso andrà ad esaurimento entro l’autunno prossimo e l’area resterà disponibile per altri futuri utilizzi industriali attualmente non individuati”. Lo scrive in una nota il Comune.

“Verranno comunque realizzati gli interventi da parte dell’Azienda che consentiranno di piantumare una barriera verde fronte strada, costruire un pannello fonoassorbente in grado di schermare l’area, sia dal punto visivo che acustico, e realizzare nuove piantumazioni che andranno a riqualificare l’attuale boschetto adiacente alle aree industriali di via Acquaviva. L’interlocuzione con l’Azienda in questi mesi è stata proficua e produttiva.

Contestualmente, con la regia dell’Amministrazione Provinciale, proseguiranno gli incontri per inquadrare il piano di sviluppo pluriennale di tutta la zona industriale in un contesto di area vasta che coinvolga tutti i Comuni interessati. Anche rispetto a questo continua il percorso con Provincia, Camera di Commercio e Regione Lombardia per il riconoscimento di tutta l’area del porto canale quale Zona Logistica Semplificata (ZLS).

La disponibilità da parte dell’Amministrazione comunale ad incontrare il Comitato di quartiere, insieme ai rappresentanti dell’Azienda stessa, anche questa volta non è stata accolta e gli accordi presi, per realizzare un sereno e proficuo confronto, sono stati ancora una volta disattesi.

Per illustrare questi interventi e descriverne di ulteriori, l’Amministrazione comunale è pertanto disponibile a promuovere incontri direttamente con la cittadinanza, anche alla presenza di una rappresentanza dell’Azienda e in attesa di un confronto con il nuovo Comitato di quartiere, che sarà eletto entro metà anno e sostituirà l’attuale, che, al momento, risulta scaduto”.

 

224 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria