Sabato, 21 settembre 2019 - ore 06.33

Europa - Bandi europei senza segreti

Al via il corso di europrogettazione

| Scritto da Redazione
Europa - Bandi europei senza segreti

Le risorse messe in campo dall’Unione Europea richiedono capacità progettuali innovative, elaborazione e gestione di un progetto, pianificazione e ricerca dei fondi, abilità nel saper costituire reti nazionali e internazionali. Per aumentare le conoscenze e le capacità delle organizzazioni di volontariato sulle opportunità di finanziamento offerte dall'Europa, Università del Volontariato organizza unpercorso di progettazione sui bandi europei che partirà giovedì 21 gennaio, alle ore 18.

Il programma è composto da un modulo teorico, due serate informative, e due workshop. Nelle serate informative saranno presentati il Programma Europa per i Cittadini ed Erasmus plus, le relative politiche di riferimento e la Guida al Programma. A seguire saranno realizzati due workshop, uno per ciascun programma, dove i partecipanti saranno guidati nel realizzare un progetto, attraverso la creazione della rete transnazionale di partenariato, la costruzione dell’impianto progettuale (lavoro di gruppo) e come compilare il formulario.

 

Fonte Ciessevi

805 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.
Dove in Europa si passa più tempo al lavoro (mappa). In Italia la media è 33 ore settimanali

Dove in Europa si passa più tempo al lavoro (mappa). In Italia la media è 33 ore settimanali

I dati sono del 2016, quindi piuttosto recenti (e la mappa è realizzata dal sito jakubmarian.com). Seguono la grande crisi economica che ha colpito, in maniera diversa, vari Paesi d’Europa, e rendono un’idea abbastanza chiara dei modelli economici che vanno per la maggiore, e anche del perché di alcune differenti statistiche. Come quelle sull’occupazione.Forse può essere una sorpresa per qualcuno, ma è proprio nell’austera Germania che si lavora di meno. Meno che in Italia, che in Grecia, che in Russia.