Lunedì, 22 aprile 2019 - ore 18.02

Federconsumatori Mercato libero energia , gli italiani sono poco informati

A poco più di un anno dalla scadenza che sancirà nel mercato dell’energia il passaggio dalla maggior tutela al mercato libero, fissata per l’estate del 2020, la maggioranza degli italiani è ancora ben poco informata sulle reali caratteristiche del mercato libero.

| Scritto da Redazione
Federconsumatori Mercato libero energia , gli italiani sono poco informati

Federconsumatori Mercato libero energia , gli italiani sono poco informati

A poco più di un anno dalla scadenza che sancirà nel mercato dell’energia il passaggio dalla maggior tutela al mercato libero, fissata per l’estate del 2020, la maggioranza degli italiani è ancora ben poco informata sulle reali caratteristiche del mercato libero.

Un’indagine di Research Hub per l’Autorità pubblica Arera (Autorità di Regolazione per Energie, Reti e Ambienti) ha evidenziato questa mancanza di informazione. Il 60% degli intervistati, in gran parte poco informati sul contenuto delle bollette, si dichiara soddisfatto del proprio contratto.

Dal momento che circa il 50% degli italiani, secondo la ricerca, non è ancora informato sul mercato libero, il presidente di Federconsumatori Milano Carmelo Benenti dice chiaramente: “Nonostante l’aumento dei contratti di mercato libero, è necessario un maggiore sforzo dei cittadini e delle istituzioni per rendere la scelte veramente consapevoli”. E prosegue: “Con l’avvicinarsi della scadenza non si può pensare che un passaggio così importante sia compiuto senza un’adeguata campagna di informazione”.

La ricerca diffusa da Arera ha evidenziato anche un significativo squilibrio, sia rispetto all’informazione che rispetto ai contratti di mercato libero già sottoscritti, tra Nord e Sud.

Il passaggio al mercato libero sarà un evento di notevole rilevanza. La liberalizzazione del mercato, con la conseguente possibilità di scelta dei fornitori di energia, interesserà milioni di italiani.

Conclude dunque Benenti: “Inutile dire che è necessaria una capillare informazione a favore dei consumatori, proprio per evitare quelle pratiche commerciali scorrette che nei periodi di transizione, aumentano in maniera pressante ai danni delle fasce più deboli.”.

***

Invitiamo tutti gli Utenti che hanno avuto problematiche a rivolgersi presso i nostri sportelli, contattando il numero di Federconsumatori Milano: 02-60830081 oppure inviando una mail a: sportello@federconsumatori.milano.it

 

334 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online