Venerdì, 12 agosto 2022 - ore 13.45

Firmato l’accordo fiscale con la Svizzera di Laura Garavini

Deputata del PD eletta nella Circoscrizione Estero Europa fa parte delle Commissioni Esteri, Antimafia e della Giunta per le autorizzazioni

| Scritto da Redazione
Firmato l’accordo  fiscale con la Svizzera di Laura Garavini

Questo accordo antievasione tra Italia e Svizzera lo aspettavamo da anni. E non poteva arrivare in un periodo migliore perchè con la crisi che c`è, la prospettiva che chi ha sottratto milioni di euro al fisco italiano, venga messo nelle condizioni di restituirli, è di vitale importanza. Chi non ha pagato le tasse e ha spostato i suoi capitali in Svizzera adesso verrà allettato a riportarli in Italia, a patto di pagare allo Stato le tasse dovute. Si prevede uno scambio di dati, da subito ed anche per il futuro: la Svizzera condividerà automaticamente con l’Italia tutte le informazioni di rilevanza fiscale (si calcola che in Svizzera ci siano più di 100 miliardi di euro intestati a nostri concittadini) e, in cambio, l’Italia rimuoverà la Svizzera  dalla “black list” dei Paesi che non collaborano in materia fiscale. Inoltre, ora che il franco svizzero si è molto rafforzato rispetto al valore dell'euro, gli italiani saranno ulteriormente incentivati a far tornare a casa i loro soldi. Insomma, un buon risultato su un tema di estrema importanza e delicatezza. Peccato che non si sia riusciti ad affrontare in contemporanea anche la vicenda dei frontalieri. Ma di certo la questione continua ad essere all´ordine del giorno del Ministero delle Finanze.

Fonte: L'AVVENIRE DEI LAVORATORI La più antica testata della sinistra italiana, www.avvenirelavoratori.eu

1438 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.