Martedì, 05 marzo 2024 - ore 15.17

FLOROVIVAISTI, POLLINI (M5S): «Contrari a modifiche che creeranno confusione

La sbandierata concorrenza e il richiamo al libero mercato enunciati nelle premesse di questo PDL si scontrano con la realtà dei fatti

| Scritto da Redazione
FLOROVIVAISTI, POLLINI (M5S): «Contrari a modifiche che creeranno confusione

PDL FLOROVIVAISTI, POLLINI (M5S): «Contrari a modifiche che creeranno solo confusione alle piccole-medie imprese»



Paola Pollini (Consigliera regionale M5s): «Abbiamo espresso parere contrario alle modifiche introdotte dal centrodestra alla legge regionale, in quanto sull'argomento esiste già una legge delega al Governo volta a disciplinare la materia affinché il quadro normativo sia il medesimo all’interno di tutte le regioni italiane. Il ministro Lollobrigida ha promesso un intervento immediato, viene da pensare che la maggioranza non creda alle parole del ministro. A nostro avviso intervenire ora è un azzardo, dato che tra qualche mese potremmo poi trovarci nella condizione in cui la legge regionale dovrà essere nuovamente modificata. Come sempre, ad essere penalizzate sarebbero le piccole e medie imprese costrette, nel giro di pochi mesi a doveri adeguare prima alla normativa regionale, quindi a quella nazionale,.

Nel merito del provvedimento, rileviamo come l’allargamento, a nostro avviso smisurato, delle categorie merceologiche vendibili dagli operatori florovivaistici, possa rappresentare un danno nel medio periodo a molti professionisti del settore.

In primis perché chi deciderà di vendere “la qualunque” riuscirà certamente ad aumentare i propri introiti, a scapito però di quegli operatori che invece continueranno a mantenere il loro core business nella produzione di qualità di piante e fiori.

Aggiungo poi che la sbandierata concorrenza e il richiamo al libero mercato enunciati nelle premesse di questo PDL si scontrano con la realtà dei fatti, dove si creerà una concorrenza “sleale” tra le aziende agricole e i commercianti, i quali invece si troveranno a dover competere con aziende agricole soggette a regole e tassazioni differenti. Insomma, se lo guardiamo dal loro punto di vista, non è proprio un grande esempio di “concorrenza e libero mercato”. Aspetto evidenziato anche da alcune associazioni di categoria.

Ricordo che, pur essendo stati eletti in una provincia confinante con il Veneto, qui in quest’aula non rappresentiamo solo quella striscia di Lombardia, ma l’intera Provincia e l’intera Regione. È al bene di tutti che dobbiamo guardare, non agli interessi particolari dei propri compaesani o del proprio bacino elettorale» così la Consigliera regionale Paola Pollini annuncia il voto contrario del Movimento Cinque Stelle in merito al Progetto di Legge n°36: “Modifiche alla l.r. 5 dicembre 2008, n. 31 (Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale)”, approvato oggi in Consiglio regionale.

 

Milano, 5 dicembre 2023

 

­
­
­
­

Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle

Via Fabio Filzi 22, 20124, Milano

ufficio.stampam5s@consiglio.regione.lombardia.it

351 368 8585

275 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online