Venerdì, 03 dicembre 2021 - ore 11.24

Franco Bordo (Democratici e Progressisti: ‘Lombardia, necessarie le primarie per un percorso condiviso’

Il Deputato: «Allargare il perimetro della coalizione a sinistra, alle forze civiche e ai movimenti progressisti»

| Scritto da Redazione
Franco Bordo (Democratici e Progressisti: ‘Lombardia, necessarie le primarie per un percorso condiviso’

«Il tavolo delle forze lombarde di centrosinistra sta facendo significativi passi avanti verso un'alleanza politico-elettorale che si ponga in netta alternativa a Maroni e ai vent'anni di intrallazzi e malgoverno della nostra regione da parte delle destre»: così Franco Bordo, Deputato di Articolo Uno - Movimento Democratico e Progressista. «Articolo Uno e Campo Progressista esprimono soddisfazione per la disponibilità, dimostrata dagli altri partecipanti, ad allargare il perimetro della coalizione a sinistra, alle forze civiche e ai movimenti progressisti. Ora sta a queste forze, come Sinistra Italiana, mettersi in gioco per partecipare a un progetto alternativo di governo della Lombardia», aggiunge il parlamentare.

«Per quanto riguarda il programma: servono parole coraggiose e contenuti chiari che dimostrino, a partire dalle politiche sociali e del lavoro, un cambio di rotta e una discontinuità significativi. Nelle prossime settimane daremo il nostro contributo perché questa condizione si realizzi», continua Bordo. «Altro punto che poniamo attiene al metodo di scelta del candidato o della candidata Presidente. La coalizione ha concordato che le primarie sono un'opzione possibile, per noi necessaria. La candidatura di Giorgio Gori, a oggi, è una candidatura del PD, non della coalizione. Il solo nome, pure autorevole, proposto dal PD, a nostro avviso non è sufficientemente rappresentativo della Lombardia diseguale e in sofferenza, del vasto mondo del lavoro, del ceto medio impoverito, dei bisogni e delle speranze di tanti cittadini lombardi che hanno il diritto di incrociare in un percorso partecipato una sinistra, e un candidato, in cui riconoscersi appieno», spiega il Deputato. «Il centrosinistra in Lombardia esiste, e sarà vincente, se largo e inclusivo; se ha un programma coraggioso di cambiamento e discontinuità; se mette in campo un processo democratico nel quale confrontare profili e istanze che, solo insieme, possono chiudere la lunga notte del governo regionale delle destre», conclude Franco Bordo.

885 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online