Martedì, 19 ottobre 2021 - ore 06.38

Giorgio Gori (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ‘scalda’ il Cittanova

Questa sfida può avere due soli finali: o vince Attilio Fontana o vinco io. E ogni scheda conta. Buon voto.

| Scritto da Redazione
Giorgio Gori (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ‘scalda’  il Cittanova Giorgio Gori (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ‘scalda’  il Cittanova Giorgio Gori (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ‘scalda’  il Cittanova Giorgio Gori (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ‘scalda’  il Cittanova

Giorgio Gori (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ‘scalda’  il Cittanova

Questa sfida può avere due soli finali: o vince Attilio Fontana o vinco io. E ogni scheda conta. Buon voto.

------------

Venerdì 1 marzo, Giorgio Gori  (Pd-centro sinistra ) candidato Governatore Lombardia, ha fatto tappa a Cremona. L’accoglienza, presenti tutti i candidati  delle varie liste di centro sinistra della provincia di Cremona , è stata calorosa . Il suo intervento è stato interrotto molte volte dagli applausi.

L’incontro è stato aperto dal Sindaco di Cremona Gianluca  Galimberti che ha tracciato un profilo del suo collega sindaco di Bergamo e lo ha ringraziato per la ‘splendida campagna elettorale che ha visto il coinvolgimento di tutto lo schieramento di centro sinistra anche nella nostra provincia ’.

A seguire è stato proiettato un video della stessa campagna elettorale di Gori , con la voce narrante di Lella Costa, che ha delineato ,in sintesi le 100 tappe nei vari territori lombardi e le scelte principali di programma.

In uno dei passaggi dell’intervento di  Gori, più volte interrotto dagli applausi, racconta che furono  Galimberti e Del Bono (Bs) con altri sindaci a bussare  alla sua porta chiedendogli di candidarsi.  “ Siete voi i responsabili – ha continuato Gori- di quello che abbiamo combinato e spero che da domenica siate responsabili di una vittoria”.

Gori ha poi continuato nel suo intervento evidenziando che : “La coesione e lo sviluppo sociale non sono due cose che si sommano. La coesione sociale è un elemento funzionale allo sviluppo. . Il trasporto ferroviario regionale non è degno di una grande regione europea. La rete è assolutamente inadeguata su molte tratte e il servizio. Mentre il raddoppio della Paullese può aspettare, avrà precedenza la Mantova-Milano’.

Ha poi continuato che al centro del suo programma per la provincia di Cremona alcune scelte strategiche quali :” treni, infrastrutture, ponti, fiume Po, welfare, inquinamento, lavoro”.

Sulla sanità ha poi proseguito  : “un buon modello ma non si possono non vedere i mesi e mesi di attesa necessari per alcuni esami. Esami i cui tempi di attesa lunghissimi diventano invece, nello stesso ospedale, molto brevi pagando privatamente. E’ chiaro che questo genera una questione di disuguaglianza nell’accesso alle cure. Ha poi citato le 700mila persone in povertà assoluta in Lombardia.

 E poi “un giovane su cinque non studia e non lavora, nonostante la Regione abbia preso i soldi Ue per la ‘Garanzia Giovani’, che però ha deciso di spendere per l’avvio al lavoro di diplomati e laureati che magari un canale di accesso al lavoro ce l’avevano anche senza dote “. Infine  i temi dell’immigrazione e della sicurezza, ‘usati come clava e gonfiati dalla destra’, ma che ‘tuttavia esistono e non possiamo liquidare con un’alzata di spalle”.

Ha chiuso il suo intervento dichiarando : “questa sfida può avere due soli finali: o vince Attilio Fontana o vinco io. E ogni scheda conta. Buon voto”.

Luigi Lipara, della segreteria cittadina del Pd e consigliere comunale di Cremona ci ha dichiarato che : ‘ l’intervento di Giorgio Gori, più volte applaudito, ha dato agli elettori del centro sinistra, le giuste motivazioni affinché  il cambiamento della direzione politica di questa regione finalmente possa cambiare e che dopo circa venti anni si possano fare scelte in controtendenza che siano in grado di risolvere i problemi della Lombardia, che se pur all’avanguardia per molti aspetti, ha la necessità di  recuperare  la fiducia di quei cittadini che oggi sono ai margini o esclusi’.

Matteo Piloni (segretraio provinciale Pd e candidato consiglio regionale lombardo) : "Gori ha dimostrato di conoscere a fondo la nostra Regione, e le priorità per i nostri territori: lavoro, infrastrutture e ambiente. Con Gori possiamo dare le risposte ai tanti problemi della nostra Provincia. Avvicinare la Regione ai cittadini e alle amministrazioni e, soprattutto, affrontare le grandi sfide del cambiamento con competenza e serietà"

 

1320 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online