Martedì, 29 novembre 2022 - ore 12.19

Giovani e vecchi sull’Almanacco della Scienza del Cnr

| Scritto da Redazione
Giovani e vecchi sull’Almanacco della Scienza del Cnr

Da un lato viviamo in un’epoca di “adultescenti”“diversamente giovani”, la “forever young”, in cui la contrapposizione giovane vs vecchio potrebbe sembrare superata. Dall’altro l’aumento dell’aspettativa di vita e la diminuzione della natalità hanno reso molte società, e quella italiana in particolare, sempre più anziana. Con effetti in vari ambiti, da quello sanitario, con la crescita delle patologie croniche, a quello economico, con la grave difficoltà dei sistemi pensionistici. E questo il futuro delle giovani generazioni sempre più incerto. Dovremmo renderci conto che tutti, in fondo, siamo più o meno vecchi e giovani allo stesso tempo e che quindi abbiamo il diritto di ricevere e il dovere di dare, come membri di un’unica comunità che evolve di continuo. Un concetto diverso dal vecchio e nuovo che contraddistingue gli oggetti inanimati, in cui possiamo sperare di correggere semplicemente sostituendo.

Proprio al duplice tema giovani/vecchi vecchio/nuovo è dedicato l’Almanacco della Scienza, il magazine on line dell’Ufficio Stampa del Cnr, che affronta l’argomento con il supporto dei ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche.

Il Focus è virtualmente diviso in due parti. In quella sull’essere umano Giuseppe Gesano dell'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali esamina i dati demografici del nostro Paese; Enrico Parano dell'Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica illustra le differenti patologie che colpiscono le varie fasce d'età; Marika Dello Russo dell’Istituto di scienze dell’alimentazione fornisce invece indicazioni sulle diverse esigenze nutritive.

Nella seconda il tema viene affrontato in altri ambiti: Luciano Anselmo, astrofisico dell'Istituto di scienza e tecnologie dell'informazione "Alessandro Faedo", spiega l’età delle stelle; il fisico Massimo Inguscio, past president dell’Ente, interviene sulle unità di misura antiche e recenti; le nuove tecnologie usate per la datazione di reperti archeologici sono illustrate da Giulio Lucarini, Maja Gori e David Buti dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale; Giorgio Matteucci dell’Istituto per la bioeconomia si concentra infine sullo squilibrio tra deforestazione e “rinnovazione”.

Il tema torma nel “Faccia a faccia” con Roberto Vacca, ingegnere e divulgatore scientifico 94enne; in Altra ricerca, in cui si illustra l’iniziativa dell’Enit, che ha digitalizzato e reso disponibile il suo archivio storico, e nelle Recensioni con “Osso” di Michele Serra, storia di un’amicizia tra un vecchio e un cane.

Nei Video si parla infine della scoperta al Circeo di resti fossili di nove individui di Neanderthal e dei trent'anni del progetto “La città dei bambini”. (aise) 

396 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria