Martedì, 24 maggio 2022 - ore 05.09

I PRESEPI DI VIRA © Miriam Ballerini

Da domenica 12 dicembre 2021, fino al 6 gennaio 2022 sarà possibile visitare i più di sessanta presepi disposti all'esterno delle abitazioni del paese.

| Scritto da Redazione
I PRESEPI DI VIRA © Miriam Ballerini I PRESEPI DI VIRA © Miriam Ballerini

I PRESEPI DI VIRA © Miriam Ballerini

Vira è un piccolo borgo sul lago Maggiore, in canton Ticino.

Da domenica 12 dicembre 2021, fino al 6 gennaio 2022 sarà possibile visitare i più di sessanta presepi disposti all'esterno delle abitazioni del paese.

Parlando con una delle espositrici, mentre finiva di allestire la propria opera galleggiante in una fontana, ho saputo che è una tradizione che viene portata avanti da ben trentadue anni!

Sono attratta da queste manifestazioni che ancora hanno solide radici nei piccoli paesi. Soprattutto perché, oltre alla spiritualità insita nel gesto stesso di mettersi a costruire un presepe, mettendo in scena la natalità con tutti i suoi riferimenti sacri, troviamo anche l'abilità, la fantasia; a volte anche la genialità dell'inventarsi ogni anno qualcosa di nuovo e di particolare.

Il paese stesso si presta alla disposizione delle opere, con le sue stradine strette in sasso, in salita; con anfratti e passaggi sotto le case.  Ogni luogo viene coinvolto: dalle chiese, alla riva del lago. Proprio qui troviamo una barca ancorata, con a bordo, in grandezza naturale, Maria, Giuseppe e il piccolo pargolo. Non so cosa volesse rappresentare l'artista, forse solo il fatto che il paese è legato alla vita del lago.

Personalmente ho percepito l'immagine come sovrapposta ai tanti disperati che tentano la via del mare in cerca di una vita migliore. In fondo la sacra famiglia è proprio quella che, nella sua storia, li rappresenta meglio; anch'essa migrante e in fuga.

Sono tantissimi i materiali utilizzati per realizzare le opere più o meno grandi. Da quelli più insospettabili, come, ad esempio, i gusci delle ostriche o il fil di ferro. Alle più tradizionali con presepi completi di statuine, muschio e i materiali più canonici.

Il più grande è rappresentato da un agglomerato di case ricreate con delle scatole.

Il più simpatico, che mi ha fatto sorridere, quello dove i protagonisti sono rappresentati da tre castagne di misure diverse!

Non voglio descrivervi oltre quanto potrete osservare coi vostri occhi, sentendovi un po' bambini e un po' turisti, in questo viaggio fra i presepi di Vira.

Parlando con gente del posto ho proprio sentito la loro gioia nel condividere il loro lavoro artistico, aggiungendo quello che è stato il loro suggerimento: veniteci di sera, quando sono tutti illuminati, rendendo più preziosa la visita.

 © Miriam Ballerini

© Foto di Aldo Colnago 

clicca qui vedi tutte le foto 

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

308 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online