Sabato, 24 agosto 2019 - ore 00.46

Il Governo risponde a Luciano Pizzetti (PD) accogliendo tutte le istanze poste su circolazione veicoli in ZTL

Il Governo , nel question time n. 5-01236 di oggi, risponde all’On Luciano Pizzetti (PD) accogliendo tutte le istanze poste su circolazione veicoli in ZTL

| Scritto da Redazione
Il Governo risponde  a Luciano Pizzetti (PD) accogliendo tutte le istanze  poste   su circolazione veicoli in ZTL

Il Governo risponde  a Luciano Pizzetti (PD) accogliendo tutte le istanze  poste   su circolazione veicoli in ZTL

Il Governo , nel question time n. 5-01236 di oggi, risponde all’On Luciano Pizzetti (PD) accogliendo tutte le istanze  poste  su circolazione veicoli in ZTL

----------- 

Ecco il testo della risposta del Governo  all’On. Pizzetti (PD)

Oggetto: question time n. 5-01236

La vigente disposizione del comma 9-bis dell’articolo 7 del Codice della Strada, introdotta dall’articolo 1, comma 103, della legge di bilancio 2019, impone, alle amministrazioni comunali che intendono istituire nuove ZTL, di consentire l’accesso ai veicoli elettrici e ibridi. Ciò significa che la norma non si applica a tutte le ZTL esistenti ma soltanto a quelle di nuova istituzione, come confermato dalla locuzione nel delimitare le zone.

Inoltre, non si applica alle aree pedonali, poiché in base alla definizione dell’articolo 3 del Codice della Strada, in dette aree possono circolare, oltre ai pedoni e alle biciclette soltanto i veicoli delle persone con disabilità, delle forze di polizia e dei mezzi di soccorso.

Tuttavia, anche sulla base delle preoccupazioni manifestate dai sindaci tramite l’ANCI, IL Governo darà parere favorevole all’emendamento presentato nell’ambito del decreto legge “semplificazioni”, ora all’esame delle competenti commissioni parlamentari, con il quale al citato articolo 7, comma 9-bis, sono soppresse le parole in ogni caso e le parole o ibrida. Questo significa innanzitutto che nelle nuove ZTL sarà innanzitutto consentito l’accesso ai veicoli elettrici, restando alle competenti valutazioni dei comuni ogni determinazione relativa a veicoli a differente alimentazione.

Ciò per incentivare la progressiva sostituzione dell’attuale parco veicolare circolante nei centri abitati con veicoli meno inquinanti e/o a zero emissioni, ma senza in alcun dubbio ledere l’autonomia dei Comuni e dei poteri di disciplina della circolazione ad essi conferiti dal Codice della strada.

Ovviamente saranno esaminate eventuali ulteriori proposte di modifiche volte a migliorare la portata della norma.

 

 

514 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online