Giovedì, 11 agosto 2022 - ore 17.19

Il Ministro Kalinak Slovacco : immigrazione, quote obbligatorie non accettabili

La proposta della Commissione europea di dislocare quote di immigrati del Mediterraneo nei paesi membri dell’UE continua a dividere la Slovacchia.

| Scritto da Redazione
Il Ministro Kalinak Slovacco : immigrazione, quote obbligatorie non accettabili

Il Paese dovrebbe accettare 785 richiedenti asilo provenienti da Siria ed Eritrea, che sono attualmente in Italia e Grecia, più altri 319 da paesi terzi nel corso dei prossimi due anni.

Il quotidiano Pravda ha intervistato giovedì sulla questione il Ministro degli Interni slovacco Robert Kalinak. Il ministro ha detto che ogni paese dell’UE sta aiutando i richiedenti asilo per quanto è nelle loro capacità, e la Slovacchia si occupa di circa 300 persone all’anno. Ma introdurre quote obbligatorie, ha detto, porterebbe a una situazione paradossale. Sarebbe come dire alla gente in Africa: “avanti, potete venire tutti qui”, dando un via libera definitivo agli scafisti.

Kalinak sostiene che oltre mille richiedenti asilo è un numero importante, per la Slovacchia. Anche perché non dobbiamo dimenticare che «i rifugiati non vogliono venire in Slovacchia. Essi fanno richiesta di asilo in Germania o in Austria. In base al principio della libera circolazione delle persone, non è possibile forzare un migrante ad andare in una particolare paese».

Il governo studierà l’intera proposta della Commissione UE e in base a questa farà le proprie valutazioni e deciderà come agire in seguito, ha detto Kalinak in chiusura.

838 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria