Sabato, 18 maggio 2024 - ore 03.09

Inps: al via la seconda fase accertamento esistenza in vita pensionati all'estero

Maggiori informazioni sono contenute nel messaggio Inps n. 3183 del 12 settembre 2023

| Scritto da Redazione
Inps: al via la seconda fase accertamento esistenza in vita pensionati all'estero

Inps: al via la seconda fase dell’accertamento dell’esistenza in vita per gli anni 2023 e 2024 dei pensionati

 A partire dal 20 settembre 2023, Citibank N.A. sta inviando le richieste di attestazione dell’esistenza in vita ai pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania - con esclusione dei Paesi scandinavi e dei Paesi dell’est Europa già interessati dalla prima fase - da restituire alla Banca entro il 18 gennaio 2024. Qualora l’attestazione non sia prodotta, il pagamento della rata di febbraio 2024, laddove possibile, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del Paese di residenza e, in caso di mancata riscossione personale o produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 febbraio 2024, il pagamento delle pensioni sarà sospeso a partire dalla rata di marzo 2024. Al fine di ridurre il rischio di pagamenti di prestazioni dopo la morte del beneficiario, alcuni pensionati potranno essere interessati dalla verifica generalizzata dell’esistenza in vita, indipendentemente dalla propria area geografica di residenza o domicilio. Per razionalizzare lo svolgimento dell’attività di verifica in un’ottica di semplificazione amministrativa, sono esclusi dall’accertamento alcuni gruppi di pensionati quali, ad esempio, quelli che risiedono in Paesi in cui operano Istituzioni con le quali l’Inps ha stipulato accordi di collaborazione per lo scambio telematico di informazioni sul decesso dei pensionati comuni.

I pensionati possono fornire la prova di esistenza in vita con le seguenti modalità:

a) inviando il modulo di attestazione dell’esistenza in vita alla casella postale PO Box 4873, Worthing BN99 3BG, United Kingdom. Tale modulo dovrà essere restituito a Citibank N.A. controfirmato da un “testimone accettabile” ossia da un rappresentante di un’Ambasciata o di un Consolato Italiano o da un’Autorità locale abilitata ad avallare la sottoscrizione dell’attestazione;

b) attraverso operatori di Patronato aventi la qualifica di “testimoni accettabili”, autorizzati ad accedere al portale predisposto da Citibank N.A. al fine di attestare telematicamente l’esistenza in vita dei pensionati. La medesima funzionalità di attestazione telematica è a disposizione anche dei funzionari delle Rappresentanze diplomatiche indicati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. A tal proposito si ricorda che, al fine di agevolare i pensionati, l’Istituto e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale hanno condiviso un progetto che prevede anche la possibilità di rapportarsi con i funzionari delle Rappresentanze diplomatiche tramite un servizio di videochiamata;

c) riscuotendo personalmente la pensione presso gli sportelli Western Union

Si rammenta che è attivo il servizio di supporto della Banca per pensionati, funzionari delle Rappresentanze diplomatiche, Patronati, delegati e procuratori che necessitino di assistenza riguardo alla procedura di attestazione dell’esistenza in vita. Il servizio di supporto Citi può essere contattato dai pensionati con le seguenti modalità:

-consultando la pagina web www.inps.citi.com ;

-inviando un messaggio di posta elettronica all'indirizzo inps.pensionati@citi.com;

-telefonando a uno dei numeri indicati nella lettera esplicativa. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 20:00 (ora italiana), in lingua italiana, inglese, spagnola, francese, tedesca e portoghese. Le informazioni in merito all’avvio dell’accertamento generalizzato e alle modalità da seguire per il completamento del processo, anche con riguardo alla localizzazione del pagamento presso gli sportelli Western Union, sono disponibili nel sito web della Banca (www.inps.citi.com ).

Maggiori informazioni sono contenute nel messaggio Inps n. 3183 del 12 settembre 2023.

421 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online