Mercoledì, 22 settembre 2021 - ore 14.19

Italiani all’estero, ok alla sperimentazione del voto elettronico

Italiani all’estero, ok alla sperimentazione del voto elettronico

| Scritto da Redazione
Italiani all’estero, ok alla sperimentazione del voto elettronico

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, di concerto con il ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale Vittorio Colao, ha adottato venerdì scorso il decreto che individua le modalità attuative per l’utilizzo del Fondo per la sperimentazione del voto e dello scrutinio elettronico per le elezioni politiche ed europee e per i referendum.

Il decreto fa esplicito riferimento al voto degli italiani all’estero e dei cittadini che, in Italia, al momento del voto si trovino fuori dalla loro regione di residenza per motivi di lavoro, studio o cure mediche.

Il provvedimento approva le “linee guida” per la sperimentazione di modalità di espressione del voto in formato digitale, redatte dal gruppo di lavoro composto da rappresentanti di Farnesina, Viminale, Ministeri della giustizia e per l’innovazione tecnologica e ufficializzate il 25 maggio scorso.

Per verificare il corretto funzionamento del sistema di voto e dello scrutinio elettronico, il documento prevede una gradualità della sperimentazione, con una prima fase di “simulazione” del voto e dello scrutinio elettronico priva di valore legale, che coinvolgerà un campione significativo di elettori.

All’esito della fase di simulazione, si potrà procedere alla sperimentazione dell’utilizzo del sistema di voto elettronico in un evento elettorale, avente valore legale.

Qui il decreto.

(Fonte Aise)

230 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria