Sabato, 25 giugno 2022 - ore 09.07

M5S Cremona - Lo stile gestionale del comune .Il caso piscina comunale di Lucia Lanfredi

Il M5S di Cremona sta seguendo le vicende che si stanno svolgendo riguardo all’ assegnazione della gestione della Piscina Comunale. Dopo aver letto l' ultima lettera inviata dalla FIN protocollata il 25 ottobre c.a ed indirizzata a tutto il Consiglio Comunale, sente il bisogno di intervenire per evidenziare quanto segue.

| Scritto da Redazione
M5S Cremona -  Lo stile gestionale del comune .Il caso piscina comunale di Lucia Lanfredi

Nonostante la manifestazione d’ interesse per il rinnovo della convenzione la FIN, non ha ricevuto nessuna comunicazione che riscontrasse il prospettato iter amministrativo, per la redazione della nuova convenzione pluriennale. La FIN ha fornito tutti i dati per poter addivenire ad una nuova convenzione che eventualmente prevedesse nuove clausole contrattuali che rispondessero ad esigenze di un rapporto pluriennale, ma dell’  abbandono della negoziazione ha appreso solo attraverso il mezzo della  stampa . Tutto fa sì che il risultato sarà quello di ricorrere presso  gli organi preposti ; tutto ciò evidenzia la ormai cronica mancanza di trasparenza di questa  amministrazione che sembra averla adottata come  proprio  stile gestionale.

A  riprova del concreto interesse della FIN è il fatto di aver  già ottenuto dalla Sede Centrale  di poter anticipare,  l’ importo di 500.000 euro per gli immediati interventi di riqualificazione dell’ impianto.

I rapporti tra FIN e Comune di Cremona si sono sempre configurati in modo ben diverso rispetto a quello di un project   financing  sul quale  si ha notizia di trattative solo con la Sport Managenet.

  Un project  financing appare più propriamente adatto ad instaurare un rapporto economico con un soggetto di natura privatistica come la Sport Managen,  i cui  risultati prospettati andrebbero ben approfonditi ed analizzati singolarmente ;  comunque il vincolo tra questa società e la comunità cremonese per 25 anni appare decisamente troppo pesante.

La  predilezione per una scelta  privatistica ci è già stata testimoniata  da quella  variazione di bilancio di circa 81.000 euro, durante il Consiglio Comunale del 26 settembre c.a. ,  accantonati dall’ assessore Manzi , per fornire eventuale garanzia fideiussoria come richiesta per il mutuo che Sport Managenent  andrebbe a richiedere alle banche, per fare il proprio investimento nell’ area della Piscina Comunale.

Ci si domanda  primariamente  se la privatizzazione dei servizi ai cittadini  è parte fondante del  programma elettorale del sindaco Galimberti  e delle liste a suo sostegno; in secondo luogo ci si chiede come è possibile che un Comune come quello di Cremona, non abbia a disposizione circa 2 milioni di euro da investire per un servizio sportivo di pubblico interesse. La massiccia presenza di cittadini all’ ultimo Consiglio Comunale testimoniano  infatti, dell’ interesse di molti all’ investimento sulle  strutture sportive che dovrebbero essere garantite in primis da un ente  pubblico e non dai privati.

 Prof.ssa Maria Lucia Lanfredi ( Consigliere M5S )

878 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online