Lunedì, 22 aprile 2019 - ore 22.11

Milano Ai Giardini Montanelli inaugurato il parco giochi accessibile a tutti i bambini

L’intervento, promosso dalla nascente Fondazione di Comunità Milano e dal Comune, è il primo del progetto “Parchi gioco per tutti” per realizzare aree accessibili nei parchi dei nove municipi

| Scritto da Redazione
Milano Ai Giardini Montanelli inaugurato il parco giochi accessibile a tutti i bambini

Milano Ai Giardini Montanelli inaugurato il parco giochi accessibile a tutti i bambini

L’intervento, promosso dalla nascente Fondazione di Comunità Milano e dal Comune, è il primo del progetto “Parchi gioco per tutti” per realizzare aree accessibili nei parchi dei nove municipi

Una grande festa aperta a tutti i bambini ha inaugurato questa mattina la nuova area giochi accessibile ai Giardini Montanelli. L’intervento è il primo del progetto "Parchi gioco per tutti" -  promosso dalla nascente Fondazione di Comunità Milano, da Fondazione Cariplo e dal Comune di Milano - che si propone di realizzare aree attrezzate che consentano ai bambini con e senza disabilità di giocare insieme grazie a giochi accessibili e senza barriere nei parchi pubblici dei nove municipi della città.

La scelta dei Giardini Montanelli come intervento pilota è stata condivisa dal Comune, dal Comitato Promotore della Fondazione di Comunità Milano e da Fondazione Cariplo e ha raccolto il parere favorevole della Sovrintendenza e del Consiglio del Municipio 1. È stato compiuto in tempi brevi grazie all'intervento dell’assessorato al Verde, che ha realizzato i lavori di riqualificazione e di ampliamento dello spazio giochi, e alla collaborazione con le Associazioni delegate al Tavolo permanente per la disabilità e alla delegata del Sindaco per le Politiche sull’accessibilità, Lisa Noja.

“Tutte le città – ha detto il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – dovrebbero avere parchi giochi accessibili e sicuri per tutti i bambini. Non si tratta solo di creare luoghi belli dove i più piccoli possono divertirsi insieme, senza mai pensare di essere esclusi, ma di far crescere una città nuova dove si vive, si usano i mezzi pubblici, si va a scuola, si lavora e si può giocare in condizioni di parità con tutti. Prima che una trasformazione architettonica è una rivoluzione culturale che a Milano è già iniziata, che al sito di Expo 2015 abbiamo reso evidente e che intendiamo portare avanti con decisione su tutta la città. Bene quindi il progetto dei parchi gioco realizzati grazie a Fondazione Cariplo e alla nascente Fondazione Comunità Milano che si aggiungeranno al parco Formentano dove qualche anno fa abbiamo dimostrato come sia semplice cambiare per il meglio”.

[leggi tutto]

 

Milano, 21 aprile 2018

 

 

575 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online