Domenica, 17 dicembre 2017 - ore 03.13

Milano APPUNTAMENTI DAL 28 NOVEMBRE AL 2 DICEMBRE 2017 DELL'ASSOCIAZIONE LA CONTA ONLUS

SABATO 2 DICEMBRE 2017 DALLE ORE 9,30: Lezione del nuovo corso di chitarra classica e popolare

| Scritto da Redazione
Milano APPUNTAMENTI DAL 28 NOVEMBRE AL 2 DICEMBRE 2017 DELL'ASSOCIAZIONE LA CONTA ONLUS

MARTEDI’ 28 NOVEMBRE ALLE ORE 19,00:  Lezione del CORSO DI TEATRO tenuto da LIVIA ROSATO, aperto a tutti, organizzato dall’Associazione La Conta, che avrà luogo IL MARTEDÌ, fino al 15/05/2018, dalle 19.00 alle 21,00, presso la CGIL - Piazza Segesta 4, con ingresso da Via Albertinelli, 14 (discesa passo carraio) a Milano.

In particolare il “CORSO DI TEATRO” svilupperà la pratica delle tecniche creative attraverso un viaggio poliedrico nel quale “capovolgere” i propri schemi, ampliare le proprie capacità percettive, - d’immaginazione e di azione, potenziare la presenza e favorire la fiducia nelle capacità dei propri mezzi espressivi e comunicativi.  Un laboratorio creativo che mira a creare un gruppo di lavoro accogliente e non giudicante, in grado di vivere l’universo delle relazioni  come esperienza di contaminazione e di risorsa reciproca. Un corso aperto a tutti, sia da chi si avvicina per la prima volta, sia da chi possiede precedenti esperienze.

Il percorso proposto sviluppa un lavoro sula “’intelligenza del corpo”, intesa come strumento di ascolto, di presenza, di esplorazione delle proprie potenzialità (talvolta nascoste, assopite, dimenticate, negate, ignorate), di espressività e di interazione con gli altri.

MARTEDI’ 28 NOVEMBRE ALLE ORE 20,00:  Lezione del corso di canto blues e gospels, tenuto da Milena Piazzoli che avrà luogo,ogni martedì, dalle ore 20,00 alle ore 22,00 circa  fino al 28/11/17 al CAM Ponte delle Gabelle, Via San Marco 45 a Milano.

Milena, professionale e simpatica, farà apprendere, gli elementi della tecnica vocale del canto blues e gospels e insegnerà alcuni tra i canti più belli e significativi di detti repertori. Per il corso è richiesta una minima esperienza di canto corale.

Milena Piazzoli - Un orecchio alle radici dell’espressione musicale. L’ambito della cantante e musicista, Milena Piazzoli, è quello del folk-blues, di provenienza anglo-americana come indicazione di genere, fino all’influenza di sound di matrice africana, e altre tradizioni popolari europee ed extraeuropee per brani propri, tradizionali o reinterpretati, a raccogliere i tratti forti delle eredità tramandate. Alcuni nomi influenti, vicino ai ‘60 ma non solo: Joni Mitchell, Richie Havens, James Taylor, B. Dylan, RickieLee Jones, Michelle Shocked, e infine il comune attaccamento in senso lato, al blues - a mostrare lo scenario. “Considero l’Arte di strada come la migliore situazione in cui dare libera forma a cio’ che faccio. Ed è la migliore forma che ho trovato per condividerla.”

Comincia a cantare nel 1993. Nel 2003 incide il primo disco rivisitando brani della tradizione americana e inglese con la collaborazione di Max De Bernardi. Negli anni successivi realizza altri due cd con varie formazioni.

Ha fatto parte del progetto SPIO - SoundPaintingItalianOrchestra, come voce. Dal 2001 partecipa a Festival di Arte di strada quali Ferrara buskers festival, Schio e altri. Apre l’edizione 2004 del Sextum Celtica Festival di Sesto Calende (Va). Partecipa al tributo a Tawnes Van Zandt per Lifegate Radio in onda a gennaio e a novembre 2007. Partecipa all’iniziativa musicale e ambientale Ekopark per Radio Lifegate a giugno 2007 e nello stesso mese al Roots&blues Festival a Diolo (Parma). Nel marzo 2008 suona alla rassegna : Piccolo e’ blues per l’Italianbluesriver. Agosto 2008: Festival Nistok. Fa inoltre parte della formazione Cash Area con Max Prandi, dove vengono rivisitati in chiave country i classici della song americana.

MARTEDI’ 28 NOVEMBRE ALLE ORE 21,00: Lezione del corso di canto dedicato ai repertori della RESISTENZA ITALIANA, organizzato dal Coro “QUESTO E’ IL FIORE DEL PARTIGIANO”, aperto a tutti, tenuto da Mario Toffoli, che avrà luogo, il martedì, fino al 19 dicembre 2017 dalle ore 21,00 alle ore 23,00 circa al Circolo ARCI di Palazzolo Milanese MI Via Coti Zelati, 51.

In particolare verranno insegnati da Mario gli elementi tecnici di base del canto e alcune tra le più belle canzoni tratte dai vari repertori della Resistenza italiana.

Per il corso sarà richiesto, a ciascun partecipante, un contributo economico minimo per il Coro “QUESTO È IL FIORE DEL PARTIGIANO”.

IL CORO “QUESTO È IL FIORE DEL PARTIGIANO”, nasce nel febbraio del 2013 su iniziativa del Circolo Eco-Culturale La Meridiana di Paderno Dugnano, della A.N.P.I. Sezione di Paderno Dugnano, del Circolo ARCI di Palazzolo Milanese e dell’Associazione La Conta con l’intento di cantare, valorizzare e mantenere vivi i repertori della Resistenza e del canto sociale. Formato da circa trenta elementi è diretto da Mario Toffoli dell’Associazione La Conta. Il coro si esibisce in concerti e recital, in manifestazioni commemorative della Resistenza, in teatri e luoghi della solidarietà sociale.

GIOVEDI’ 30 NOVEMBRE – ALLE 20,30: Lezione del corso di danze popolari europee, aperto a tutti, tenuto da MARIO MEINI, a cura del Gruppo Danze Popolari dell'Associazione La Conta, che avrà luogo, presso la CGIL Salone Di Vittorio - Piazza Segesta 4, con ingresso da Via Albertinelli 14 (discesa passo carraio) a Milano.

Mario Meini vi farà conoscere l’affascinante mondo delle danze popolari, in un viaggio, che vi porterà, in poche lezioni, a ballare, le danze più belle dell’Europa dell’Est e dell’Ovest, dei Balcani e di alcuni paesi del Medio Oriente. Una bella esperienza per ballare, per conoscersi e per stare bene insieme.

Se sapete già ballare, unitevi comunque a noi. Vi saremo grati se metterete a disposizione delle persone che non hanno mai ballato le vostre competenze, imparando anche qualcosa di nuovo da un maestro di grande bravura ed esperienza.

GIOVEDI’ 30 NOVEMBRE – ALLE 21,45: Serata “QUAND LA BELA LE STAI SUL BAL, LU EL GA DA’ LA MANO” con concerto a ballo con musiche tradizionali/popolari dall’Europa, che avrà luogo, alla CGIL Salone di Vittorio in Piazza Segesta 4, con ingresso da Via Albertinelli 14 (discesa passo carraio) a Milano.

Sarà una gioiosa e festosa serata, con VINCENZO CAGLIOTI, organetto e ROBERTO CARLOTTI, fisarmonica e bouzouki che suoneranno alcune tra le più belle musiche a ballo dall’Occitania al Medioriente, dai Balcani all’Europa del Nord, passando per la Francia e l’Italia, in un clima festoso, caratteristico delle feste natalizie. Parteciperanno altresì alla serata vari ballerini del Gruppo danze popolari dell'Associazione e di alcuni centri di danze tradizionali/popolari di Milano e dintorni. Da non perdere!

VENERDI’ 1 DICEMBRE 2017 ALLE ORE 20,30: Conferenza “LA VIOLENZA CHE CRESCE NEL SILENZIO” a cura di VALLJ VECCHIATO, , organizzata dal MUNICIPIO 6 nell’ambito rassegna “6 CONTRO LA VIOLENZA” – varie iniziative di sensibilizzazione e contrasto alla violenza sulle donne, in collaborazione con l’Associazione La Conta, che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito, presso l’ASSOCIAZIONE MAMME IN CORSO di Via Lorenteggio 155, con ingresso dal passo carraio, a Milano

In particolare VALLJ VECCHIATO, psicologa, psicoterapeuta e docente, ci parlerà dei ruoli, dei desideri e delle paure delle donne nella vita di tutti i giorni per contribuire alla cultura della condivisione e del dialogo, al fine di contrastare il maschilismo e gli stereotipi di genere.

VENERDI’ 1 DICEMBRE 2017 ALLE ORE 21,00: Incontro-recital "LA ROTTA DI CAPORETTO - STORIA DI UNA DISFATTA E DI UN INUTILE STRAGE" con GIANCARLO RESTELLI e IL CORO QUESTO E’ IL FIORE DEL PARTIGIANO, organizzato dall’Associazione La Conta, in collaborazione con la SEZ. ANPI “A. CAZZANIGA”, IL CORO QUESTO E’ IL FIORE DEL PARTIGIANO e l’ASSOCIAZIONE FERA DE DUGNAN, che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito, all’AUDITORIUM TILANE - PIAZZA DIVINA COMMEDIA 3/5 A PADERNO DUGNANO MI

In particolare GIANCARLO RESTELLI, storico e docente, esporrà, in un percorso storico, anche con proiezioni di brevi video e fotografie, di quello che è stato un evento destinato a rimanere a lungo nella memoria collettiva come sinonimo di immane disastro militare con profonde ripercussioni nella politica e nell’opinione pubblica del tempo.

L’esposizione storica verrà intervallata da alcune canzoni tratte dal repertorio dei canti della prima guerra mondiale eseguite dal CORO QUESTO E’ IL FIORE DEL PARTIGIANO. L’incontro-recital è realizzato in occasione del 100° anniversario della ROTTA DI CAPORETTO, per conoscere quello è che è stato quell’evento e le sue conseguenze.

SABATO 2 DICEMBRE 2017 DALLE ORE 9,30: Lezione del nuovo corso di chitarra classica e popolare, aperto a tutti, tenuto da GIAN PIETRO MARAZZA, che avrà luogo, nella sede di Via Ovada 1, a Milano.

In particolare GIAN PIETRO insegnerà le tecniche per l’apprendimento della chitarra a persone che desiderano suonare la stessa. Il corso è destinato anche a persone con diversi livelli di apprendimento della chitarra che desiderano perfezionare la tecnica esecutiva. Le lezioni saranno individuali di mezz’ora per ciascun allievo e pertanto si può iniziare il corso in qualsiasi momento. Il metodo applicato da GIAN PIETRO è semplice, efficace ed accessibile a tutti. Per il corso sarà richiesto a ciascun iscritto un contributo economico per l’Associazione La Conta.

Le lezioni de corso di chitarra si terranno nei seguenti giorni: il 11/11, il 18/11, il 25/11, il 2/12 ed il 16/12/2017 ed, a seguire, dopo le festività natalizie, dal 13/1 al 26 maggio 2018, nelle date che verranno comunicate in seguito..

OLTRE A QUANTO SOPRA VI SEGNALIAMO LA SEGUENTE ALTRA INIZIATIVA:

MARTEDI’ 28 NOVEMBRE  2017 ALLE ORE 18: Presentazione del  libro: GLI INTELLETTUALI E LA GRANDE GUERRA – Scrittori, artisti, politici italiani nella Prima guerra mondiale. Tra interventismo ed opposizione, a cura di Giancarlo Restelli, storico, docente e scrittore, organizzata da ANPI Libri che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito ALLA CASA DELLA MEMORIA, IN VIA CONFALONIERI, 14 A MILANO.

GLI INTELLETTUALI E LA GRANDE GUERRA - Una raccolta di saggi di docenti di scuola superiore che operano in campo culturale. Perché un libro sugli intellettuali italiani, senza trascurare i politici, al tempo della Grande Guerra? Per non dimenticare che dal 2014 al 2018 ogni anno appartiene al centenario di questa guerra che ha provocato grandi cambiamenti in Europa (fascismo, nazismo e seconda guerra mondiale), senza contare le vittime. E per studiare da vicino il ruolo degli intellettuali italiani nella guerra: non ci furono solo gli interventisti di "destra" e di "sinistra" con i loro carichi di ideologie. Sconcerta che accanto a nazionalisti come Corradini, Gentile e Mussolini ci fossero sinceri democratici come Lussu, Salvemini, Amendola, Battisti, Ungaretti .... Un'inedita alleanza tra futuri fascisti e futuri antifascisti in nome della "guerra giusta". Anche a sinistra ci fu molta confusione o poco coraggio. Poco coraggio nel Partito socialista la cui direzione prese la posizione pilatesca del “né aderire né sabotare” come se la guerra non riguardasse i lavoratori. Il risultato furono le centinaia di migliaia di contadini e operai massacrati al fronte. E confusione ideologica ci fu tra quei sindacalisti rivoluzionari (Corridoni, De Ambris ...) convinti che la guerra avrebbe preparato la rivoluzione socialista. Invece in Italia fu il fascismo. E infine i pacifisti e gli antimilitaristi, la cui voce, frenata dagli apparati repressivi, non è stata in grado di contrapporsi al patriottismo dilagante e di giungere fino alle trincee. L'obiettivo non è parlare degli intellettuali italiani in maniera esaustiva - mondo così complesso da rendere vana ogni sintesi - ma di dare un’idea non superficiale delle voci e delle ideologie che nacquero, si affratellarono talvolta, si combatterono e morirono tra il ’15 e il ’18 così come si combatteva e si moriva realmente sui campi di battaglia.

Per avere informazioni sulle iniziative sopra indicate, scrivere una mail a: laconta@interfree.it   

Per altre informazioni e per ricevere i programmi delle nostre iniziative clicca “MI PIACE” sulla pagina Facebook: LA CONTA Associazione Onlus

ASSOCIATEVI A “LA CONTA – ONLUS” - PER PARTECIPARE E CONTRIBUIRE CONCRETAMENTE A REALIZZARE PROGETTI DI SOLIDARIETA' SOCIALE E DI VALORIZZAZIONE DELLA CULTURA POPOLARE

PER ASSOCIARSI È SUFFICIENTE PRESENTARSI IN UNO DEI LUOGHI SOPRA INDICATI NELL'ORARIO DELL'ATTIVITÀ E RIVOLGERSI AL COORDINATORE PRESENTE.

Per sostenere l’attività dell’ASSOCIAZIONE LA CONTA ONLUS versa una donazione sul nostro conto corrente c/o Banca Prossima di Milano IBAN: IT16V0335901600100000017007

 

 

426 visite

Articoli correlati