Venerdì, 28 gennaio 2022 - ore 04.14

Milano - Scontro tra Palmieri e il sindaco Pisapia - PARTE TERZA

PALMERI: ''in 10 giorni hanno buttato via 10 anni, morta delibera piu' importante mandato: fallimento totale nel merito e nel metodo. sinistra pisapia non lascia progetti sviluppo. calato sipario nel peggiore dei modi, vittoria citta' ''. MIRABELLI (PD), dopo bocciatura sel scelga la continuità non la sinistra conservatrice

| Scritto da Redazione
Milano - Scontro tra Palmieri e il sindaco Pisapia - PARTE TERZA Milano - Scontro tra Palmieri e il sindaco Pisapia - PARTE TERZA Milano - Scontro tra Palmieri e il sindaco Pisapia - PARTE TERZA

PALMERI:

 "in 10 giorni hanno buttato via 10 anni, morta delibera piu' importante mandato: fallimento totale nel merito e nel metodo. sinistra pisapia non lascia progetti sviluppo. calato sipario nel peggiore dei modi, vittoria citta' "

Milano, 19 dicembre 2015 - "Non sono riusciti ad approvare la delibera più importante del mandato: in 10 giorni hanno buttato via 10 anni di lavoro. Una volta bocciata, la successiva non votata in tempo. La loro incapacità però la paga la Città... La Sinistra con Pisapia non ha permesso a Milano di avere i grandi progetti di sviluppo e il sipario cala così nel peggiore dei modi. Il saldo è totalmente in negativo, perché ha trovato senza però lasciare nulla... ha solo inaugurato tutte opere che arrivano dal passato e non invece farà inaugurare da altri opere iniziate con lui. Un totale fallimento, di Pisapia e dei partiti che l'hanno seguito, a partire dal PD, che segna la necessità che a Milano si cambi prospettiva".

Lo ha detto Manfredi Palmeri, Consigliere comunale liberale di Milano e Capogruppo a Palazzo Marino del Polo dei Milanesi, aggiungendo: "Non è stata una 'nostra' vittoria (non ho festeggiato in alcun modo, pur avendo io la parola allo scoccare della mezzanotte, orario di definitiva morte del provvedimento), ma una vittoria della Città, del suo futuro, della difesa delle Istituzioni e dello sviluppo di quelle aree, impossibile con un provvedimento così debole, parziale, privo di coerenza e strategia... E d'altro canto, una sconfitta totale su tutta la linea dell'amministrazione Pisapia".

"Abbiamo elaborato in Aula una perfetta strategia e non abbiamo sbagliato nulla, neutralizzando con i loro stessi strumenti, ma utilizzati nelle regole e non contro le regole, tutte le furbizie inventate da PD, SEL e Pisapia che disperati hanno smentito se stessi, provando a umiliare il Consiglio non rispettando la sua decisione democratica e obbligandoci a questo vergognoso precedente di rivotare dopo qualche giorno uno stesso contenuto non cambiato e già sonoramente bocciato. Si sono inventati una seconda possibilità e non ci sono riusciti di nuovo, con 4 gruppi di Maggioranza su 7 contrari al provvedimento" ha concluso il Consigliere Manfredi Palmeri

 

MIRABELLI :

“La gravissima bocciatura definitiva della delibera sugli scali ferroviari chiarisce che, oltre al centrodestra, c'è una parte della sinistra e della coalizione che avrebbe dovuto sostenere la giunta che si è assunta la responsabilità - per ragioni ideologiche - di bloccare un progetto necessario alla città. È chiaro che non è pensabile fare nessuna alleanza per il futuro con queste forze per chi vuole proseguire l'azione di rilancio e trasformazione positiva di Milano che ha caratterizzato questa amministrazione”. Lo dice il senatore milanese PD Franco Mirabelli.

“Chi è stato prima contro Expo e ora ha affossato un'altra straordinaria occasione di trasformazione e innovazione come quella costituita dagli scali ferroviari ha un progetto incompatibile col nostro. – prosegue Mirabelli - Non si migliora Milano né la vita dei milanesi opponendosi a tutto e difendendo sempre l'esistente”.

“In vista delle primarie oggi è tutto più chiaro. Oggi – conclude il senatore PD - anche a SEL credo sia chiaro che l'alternativa che ha di fronte è tra allearsi con questa sinistra che ha dimostrato di essere conservatrice e non di governo, o dare davvero continuità ad una azione amministrativa che ha prodotto risultati per i milanesi e che va rilanciata col contributo di tutti, chiunque sia il candidato che vincerà le primarie”.

 

Fonte comune di Milano

 

681 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria