Domenica, 11 aprile 2021 - ore 02.04

Nuova legge regionale giovani, il contributo degli studenti cremonesi dell'Istituto ‘J. Torriani’ Cremona

Il confronto, promosso da Anci e Regione, è stato possibile grazie al supporto dell’Informagiovani

| Scritto da Redazione
Nuova legge regionale giovani, il contributo degli studenti cremonesi dell'Istituto ‘J. Torriani’ Cremona

Nuova legge regionale giovani, il contributo degli studenti cremonesi dell'Istituto ‘J. Torriani’ Cremona

Il confronto, promosso da Anci e Regione, è stato possibile grazie al supporto dell’Informagiovani

Cremona, 24 novembre 2020 - Più di 280 studenti di diverse province lombarde hanno partecipato conference call, promossa da Anci Lombardia e dalla Regione sulla legge regionale giovani in fase di elaborazione partendo dal confronto con i protagonisti. Con il supporto dell’Informagiovani del Comune di Cremona, la 4blsa dell'Istituto di Istruzione Superiore “J. Torriani” ha potuto seguire i lavori e dare anche un contributo concreto attraverso le proposte presentate dagli studenti Singh Harsimran, Andrea Portesani, Gabriele Ceruti. Ha coordinato i lavori Gianpiera Vismara, responsabile del Dipartimento Cultura, Sport, Politiche Giovanili, Servizio Civile di Anci Lombardia.

Dagli studenti cremonesi sono arrivate richieste concrete in tre ambiti: trasporti efficienti, a prezzi agevolati, non solo per recarsi a scuola, ma anche per collegare le province limitrofe e per raggiungere luoghi d’arte di altre città, ipotizzando un “pacchetto” che comprenda trasporto ed esperienze culturali; un bonus giovani esteso fino ai primi anni delle superiori per l'acquisto di libri, dotazione tecnologica, ma anche per viaggi formativi all'estero; una scuola diversa sul modello anglosassone con scelta delle materie e apertura pomeridiana per attività aggregative.

Nelle parole degli studenti cremonesi, ma anche in quelle delle decine degli altri giovani intervenuti, è sempre emersa la centralità della scuola quale opportunità e futuro dei giovani. Poiché la scuola è diventata il cardine di tutta la discussione, Gianpiera Vismara ha dichiarato che in un imminente convegno di bilancio sui vent'anni di autonomia scolastica, Anci metterà in luce le varie richieste che arrivano dagli istituti lombardi.

Tra le altre istanze presentate, ha trovato ampio riscontro quella relativa al potenziamento dei servizi di orientamento per l’accesso al lavoro. Per arrivare a questo momento l’Informagiovani del Comune di Cremona ha sollecitato e favorito il percorso di protagonismo dei giovani attraverso un progetto attivo da tempo su più istituti della nostra provincia denominato Patrimonio, Futuro, Democrazia, iniziativa realizzata nell'ambito del Bando di Regione Lombardia "La Lombardia è dei giovani 2019". Obiettivo del progetto è stimolare nei giovani un atteggiamento di partecipazione attiva che possa farli sentire portatori di idee e proposte da sottoporre all'intera comunità.

“Dovremo dotarci degli strumenti adeguati per tradurre le vostre richieste in una legge”, è l’impegno preso dalla responsabile del Dipartimento Cultura, Sport, Politiche Giovanili, Servizio Civile di Anci Lombardia. Dal canto l’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri, dichiarandosi molto soddisfatta della partecipazione dei giovani cremonesi, dopo la conclusione del progetto regionale Patrimonio Futuro e Democrazia, sta già pensando a possibili iniziative per mettersi in ascolto dei giovani del territorio e individuare i loro effettivi bisogni per trovare possibili convergenze.

L’iniziativa si inserisce in un percorso di cittadinanza attiva che l’Istituto Torriani ha abbracciato volentieri perché in linea con la progettualità del CPL (Centro di Promozione della Legalità) e del percorso Giovani Cittadini Monitoranti che sarà il fulcro di una serie di iniziative in questo anno scolastico.

I prossimi appuntamenti, che si terranno il 30 novembre e il 4 dicembre, rappresenteranno un ulteriore momento di confronto di Anci Lombardia e Regione con altri giovani del territorio (studenti del Liceo “D. Manin”, gruppi di volontari, ecc.). L’Informagiovani si rende disponibile a favorire la partecipazione dei giovani che già hanno partecipato alle prime fasi del progetto Patrimonio Futuro e Democrazia o da chiunque sia interessato ad intervenire per proposte rispetto sulla futura legge regionale giovani.

270 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online