Venerdì, 19 aprile 2024 - ore 14.19

RAFFORZARE ''GARANZIA GIOVANI'': IL VIA LIBERA DEL CONSIGLIO EUROPEO

| Scritto da Redazione
RAFFORZARE ''GARANZIA GIOVANI'': IL VIA LIBERA DEL CONSIGLIO EUROPEO

 Il 30 ottobre scorso il Consiglio europeo ha adottato la proposta con cui la Commissione europea, il 1° luglio scorso, raccomandava un “ponte verso il lavoro” rafforzando la garanzia per i giovani. La raccomandazione amplia ulteriormente il sostegno all'occupazione giovanile già disponibile in tutta l'UE e lo rende più mirato e inclusivo, anche alla luce delle sfide emerse in seguito alla pandemia.

"La crisi senza precedenti provocata dalla pandemia di Covid-19 continua a colpire in modo sproporzionato i giovani, vi è pertanto accordo unanime sul fatto che dobbiamo agire rapidamente”, ha confermato Nicolas Schmit, Commissario per il Lavoro e i diritti sociali. “La raccomandazione recentemente adottata mira ad offrire ai giovani tutte le opportunità possibili per sviluppare appieno il loro potenziale e per avere successo nel mondo del lavoro e non solo. È sostenuta da cospicui finanziamenti nel quadro di NextGenerationEU e del futuro QFP, che aiuteranno i giovani europei a inserirsi in un mercato del lavoro in rapida evoluzione. Invito gli Stati membri a utilizzare al meglio i fondi a favore della prossima generazione".

I giovani che aderiscono alla garanzia per i giovani hanno diritto a ricevere un'offerta di lavoro, di proseguimento degli studi, di tirocinio o di apprendistato entro quattro mesi dall'uscita dal sistema d'istruzione formale o dall'inizio della disoccupazione.

Dal 2014 a oggi, ogni anno oltre 3,5 milioni di giovani iscritti alla Garanzia per i giovani hanno accettato l’offerta.

Nel quadro della nuova raccomandazione, la garanzia per i giovani raggiunge un gruppo di destinatari più ampio, includendo i giovani fino a 29 anni di età e adotta un approccio più mirato offrendo ai giovani, in particolare i più vulnerabili, un orientamento mirato alle singole esigenze e alla transizione verde e digitale delle nostre economie. “Priorità assoluta” per l’Europa anche assicurarsi che i giovani abbiano competenze digitali adeguate. (aise) 

526 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria