Mercoledì, 12 maggio 2021 - ore 23.06

Offanengo Bilancio previsione 2021: individuare gli investimenti prioritari

Il 31.03.2021 si è riunito ad Offanengo il Consiglio Comunale per approvare il bilancio di previsione 2021.

| Scritto da Redazione
Offanengo Bilancio previsione 2021: individuare gli investimenti prioritari

Offanengo Bilancio di previsione 2021: bisogna individuare gli investimenti prioritari

Il 31.03.2021 si è riunito ad Offanengo il Consiglio Comunale per approvare il bilancio di previsione 2021.

Questo bilancio accoglieva di fatto tre degli emendamenti che presentammo come minoranza lo scorso anno: 1) aumentare il budget per la manutenzione del verde - e quest’anno questa voce di bilancio aumenta in modo consistente - 2) aumento del budget per la manutenzione stradale - quest’anno si prevede addirittura un piano triennale di indebitamento per la manutenzione straordinaria 3) lo scorso anno avevamo chiesto all’Amministrazione di fare un passo indietro sul finanziamento da 400.000 euro per il campo di erba sintetica e la spronavamo a considerare soluzioni di finanziamento alternative. Inutile dire che l’amministrazione respinse la nostra proposta, salvo poi, nei fatti comportarsi esattamente come avevamo suggerito.

Con rammarico notiamo che la maggioranza in Consiglio un anno fa ha preferito votare in modo ideologico, bocciando una proposta solo perché proveniva dalla minoranza. Appare evidente come la spesa corrente in prospettiva sia in sofferenza perché da una parte è previsto un aumento della spesa per gli interessi e dall’altra le entrate sono in diminuzione - e questo è un effetto della pandemia. E in questa direzione sono evidenti già dei tagli nel budget dei “Servizi ausiliari all’istruzione”, per esempio.

Non basta chiamare una spesa un investimento per renderla tale: per definizione un investimento deve avere un ritorno - che non dev’essere necessariamente economico, ma che può essere anche sociale o ambientale. Sono molte le cose che si potrebbero fare e che tutti vorremmo fossero fatte, ma si sa che non tutto è possibile. Per quanto per legge la nostra capacità di indebitamento sia considerata sostenibile, bisogna ponderare le scelte. Un indebitamento eccessivo può comportare tagli alla spesa o aumento delle tasse in futuro. La nostra addizionale Irpef è già la più elevata del Cremasco e la pandemia ci ha purtroppo anche insegnato quanto sia importante avere margini di bilancio per poter affrontare delle situazioni imprevedibili o la necessità di sostenere finanziariamente alcune categorie.

Purtroppo non abbiamo capito quale sia il criterio con cui l’Amministrazione decide di finanziare le opere? Perchè per alcune si deve necessariamente aspettare il privato piuttosto che lo Stato e per altri ci impegniamo subito a trovare i fondi? Molti sono gli interventi che sarebbero necessari, titolo esemplificativo: un nuovo punto ambulatoriale, le colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, la messa in sicurezza delle scuole medie. Qual è, però appunto, il criterio?

Quello che costa meno? Quello che è più visibile dalla cittadinanza? Oltre che aver cambiato idea su: campo sportivo, budget per la manutenzione del verde e manutenzione stradale, vediamo finalmente che l’Amministrazione sembra aver sposato in modo convinto la ciclabile per Romanengo, tematica che avevamo portato avanti in campagna elettorale due anni fa e che da un mese compare finalmente anche nel piano delle opere pubbliche.

E’ un investimento importante perché ha un immediato ritorno in sicurezza, offre un’alternativa ecologica a chi viene ad Offanengo per lavorare e, in prospettiva, può avere anche un ritorno turistico, sempre che come comune saremo in grado di fare rete e sostenere il progetto ciclabili del Cremasco.

Come già da noi proposto un anno fa, è pertanto necessario valutare di quali investimenti ha bisogno veramente il paese, definendone una classifica di priorità. Un altro aspetto che abbiamo sottolineato e che caratterizza questa amministrazione dalla sua nascita è la scelta di rinunciare ad avere un assessore ai lavori pubblici e all’edilizia pubblica. Scelta dettata esclusivamente da equilibri politici e partitici. Per un’Amministrazione che vuole fare dei lavori pubblici la cifra qualificante del proprio operato, questa scelta appare ancora più contraddittoria, per non dire profondamente sbagliata.

Il Sindaco ha voluto ricordare che, non essendoci un delegato a ciò, quelle funzioni rimangono in capo al Sindaco stesso. Continuiamo a ritenere che la mancanza di un assessore specifico permetterebbe gestione più professionale dei molti progetti e cantieri, nonché una migliore dialettica in Giunta. In merito all’approvazione dell’odg sulla proposta di prolungamento della MM3 fino a Paullo da finanziare con il Recovery Fund, non possiamo che non esprimere soddisfazione per la convergenza mostrata da tutte le forze del territorio per un’infrastruttura che avrà un benefico impatto per tutto il cremasco

Orizzonte Offanengo - Lista Civica

orizzonte.offanengo@gmail.com

Facebook: Orizzonte Offanengo

200 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online