Mercoledì, 21 novembre 2018 - ore 02.21

Padania Acque Caldo torrido e afa. L’acqua del rubinetto è ideale per affrontare i giorni più caldi dell’anno

“La nostra acqua pura”, non sarà lo sponsor del Napoli calcio, ma la bevono i giocatori della U.S. Cremonese, della Vanoli Basket e della VBC Pomì Casalmaggiore

| Scritto da Redazione
Padania Acque Caldo torrido e afa. L’acqua del rubinetto è ideale per affrontare i giorni più caldi dell’anno

Padania Acque Cremona Caldo torrido e afa. L’acqua del rubinetto è ideale per affrontare i giorni più caldi dell’anno

“La nostra acqua pura”, non sarà lo sponsor del Napoli calcio, ma la bevono i giocatori della U.S. Cremonese, della Vanoli Basket e della VBC Pomì Casalmaggiore

Quant tè ghèèt séet

Obia n’dua tè séet

Sè fa cald o sè fa frèt

Béef sèmper l’acqua dè rübinèt

Quando hai sete

In qualsiasi luogo

Se fa caldo o fa freddo

Bevi sempre l’acqua del rubinetto

Questa poesia in dialetto cremonese, scritta dal Giuliano Ferrari in occasione del Festival Acquedotte, nasconde una grande saggezza.

La nostra acqua che sgorga dai rubinetti, dalle fontanelle agli angoli delle strade e dalle case dell’acqua, è la risorsa più pura e preziosa a nostra disposizione per affrontare il grande caldo di questi giorni.

La cosa bella è che questa acqua è nostra; è di tutti ed è per tutti: bambini, giovani, adulti e anziani, cremonesi o stranieri ed è praticamente gratis, disponibile sempre, come, dove e quando vuoi. È fresca, è acqua corrente, è più che controllata e certificata, è ricca di sali minerali ed è purissima, è un dono del creato. Ha solo un “difetto” è quasi gratis. Sì, perché non costando praticamente nulla si è convinti che non valga nulla! Costa 2000 volte meno dell’acqua in bottiglia che fa bella mostra sugli scaffali dei supermarket o con etichette d’argento nel Centro di tavole di lussuosi ristoranti. Mai ci sogneremmo di annaffiare il giardino o lavare la macchina o riempire lo sciacquone con la preziosa acqua minerale! Eppure è solo ed esclusivamente acqua. Al contrario con la “povera” acqua del rubinetto, ci facciamo di tutto, la sporchiamo, la sprechiamo, la inquiniamo, la denigriamo ... tanto lei c’è, sempre e per tutti; non inquina con rifiuti di plastica e non costa praticamente nulla.

Certo la nostra preoccupazione principale è scegliere tra l’acqua che depura o quella che fa fare “plin plin”, l’acqua della salute o quella povera di sodio... “Töte bàle!”, per dirla in cremonese.

Cosa c’è di meglio di un bel bicchiere d’acqua corrente o una borraccia riempita di acqua fresca del rubinetto magari appena tolta dal frigorifero?!

“La nostra acqua pura”, non sarà lo sponsor del Napoli calcio, ma la bevono i giocatori della U.S. Cremonese, della Vanoli Basket e della VBC Pomì Casalmaggiore. La bevono migliaia di persone della provincia di Cremona e una ragione ci sarà… Perché da oggi non cominciamo anche noi?

Cremona, 2 agosto 2018

 

 

 

 

 

 

507 visite

Articoli correlati