Mercoledì, 21 agosto 2019 - ore 04.31

Palmieri (Cgil) Conferma lo sciopero di martedì 6 p.v.Ascolta..Ma la cgil è meno sola..

| Scritto da Redazione
Palmieri (Cgil) Conferma lo sciopero di martedì 6 p.v.Ascolta..Ma la cgil è meno sola..

 Il corteo partirà ( alle ore 9)  da palazzo Cittanova per terminare in p.zza Stradivari.
Ma la Cgil è meno sola. La Fim-Cisl di Cremona si pronuncia per uno sciopero unitario, alcune categorie della Uil a livello nazionale sono impegnate a proclamare scioperi di settori.Uilm e Fim Cisl Milanesi hanno già scioperato a Milano.Eppoi vi è la solidarietà di Sinistra e Libertà degli studenti,di molti Sindaci,delle Acli a livello nazionale.Insomma uno sciopero che non è isolato fra i cittadini, giovani e pensionati.
red/wcrn/gcst

Ascolta l'intervista a Mimmo Palmieri segretario generale cgil Cremona.
Clicca qui:
https://www.welfarenetwork.it/palmieri-cgil-conferma-lo-sciopero-di-martedi-6-pvascolta-20110903/

Cattaneo- Fim-Cisl Cremona Sì allo sciopero contro la manovra
successivamente al comunicato del giorni scorsi (*) la Fim-Cisl ( il sindacato metalmeccanici della Cisl) ha rotto gli indugi e nella sua relazione , Cattaneo Oscar, segretario generale Fim-Cisl, nel criticare la confederazione ha fra l'altro detto:
«Mancano iniziative forti e non si dà voce al malcontento. Non si può lasciare ad altri (leggi Cgil) la  possibilità di farsi carico del malcontento diffuso fra i cittadini ed i lavoratori.
A livello nazionale la Fim è chiamata ad un’azione di contrasto seria!». E la Fim-Cisl di Cremona «si adopererà per attivare  a livello territoriale forme di mobilitazione e di protesta unitari; diamo pertanto mandato alle RsuFim di realizzare mobilitazioni nei prossimi giorni all’interno delle aziende".
Infine il consiglio generale della Fim Cisl di Cremona chiede alla Cisliniziative forti di piazza per  cambiare la manovra». La posizione della Fim-Cisl è lonatana anni luce da quella sostenuta nei giorni scorsi da Giuseppe De Maria  che aveva dichiarato: "in una situazione di grande difficoltà economica e sociale,la Cisl ha proposto di sostenere con iniziative di sabato o di sera le rivendicazioni sindacali,convinta che serva il dialogo e non l’abuso degli strumenti sindacali.Chi propone da solo lo sciopero contro la manovra e la crisi, non crea risposte per migliorare le condizioni di lavoratori e pensionati».

(*) Leggi comunicato " La Fim Cisl di Cremona critica la manovra "
https://www.welfarenetwork.it/la-fim-cisl-di-cremona-critica-la-manovra-20110902/

Sel con la Cgil
Sinistra Ecologia Libertà parteciperà attivamente e con convinzione allo sciopero generale proclamato dalla Cgil per il prossimo 6 settembre e sarà presente anche al corteo previsto per la stessa giornata a Cremona.
Il nostro Partito si farà promotore delle ragioni di tale scelta e promuoverà la massima partecipazione contro una manovra finanziaria che sempre più manifestamente si configura come una macelleria sociale disperata e distruttiva. Una manovra che cambia di ora in ora in un balletto triste e ridicolo che riesce in un’opera quasi impossibile: peggiorare ulteriormente le cose e introdurre misure ancora più inique! Ci auguriamo anzi che lo sciopero del 6 settembre oltre che generale sia anche generalizzato, e coinvolga cioè non solo quei titolari di contratto che si asterranno dalla giornata di lavoro, ma anche le centinaia  di migliaia di disoccupati, precari, lavoratori in nero e studenti ai quali questo Governo sta togliendo ogni speranza per il futuro.
Scendiamo in piazza tutti per manifestare la nostra protesta a tagli iniqui e crudeli, che come
sempre, colpiscono i più deboli e salvaguardano gli speculatori, i furbi e gli evasori.
Per il Coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia Libertà.
Gabriele Piazzoni

4931 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

La telefonata con Laura Valenti (Flc-Cgil Cremona)  A che punto siamo  con il confronto con il Governo sulla Scuola?

La telefonata con Laura Valenti (Flc-Cgil Cremona) A che punto siamo con il confronto con il Governo sulla Scuola?

In questa breve telefonata Laura Valenti, segretaria generale FLC-Cgil Cremona) fa il punto della situazione del confronto con il governo a seguito della revoca dello sciopero del 17 maggio indicando i problemi aperti: No alla regionalizzazione del sistema istruzione, questione dei precari e ulteriori risorse economiche da garantire al personale di ogni ordine e grado