Mercoledì, 19 giugno 2024 - ore 22.42

Piacenza Per 900 alunni di scuola seconda media va in scena 'Identikit'

Per riconoscere, prevenire e contrastare il bullismo, nelle relazioni quotidiane e online

| Scritto da Redazione
Piacenza Per 900 alunni di scuola seconda media va in scena 'Identikit'

Piacenza Per 900 alunni di seconda media va in scena “Identikit”, per riconoscere, prevenire e contrastare il bullismo, nelle relazioni quotidiane e online

 Lezione aperta sui temi del bullismo e del cyberbullismo, questa mattina, presso il Teatro Open Space di via Scalabini 19, dove un pubblico di studenti delle classi seconde delle scuole secondarie di 1° grado della città ha potuto assistere al primo spettacolo di un ciclo che coinvolgerà, nelle prossime settimane, i coetanei di tutte le scuole medie inferiori piacentine, per un totale di circa 900 studenti e 42 classi.

L’iniziativa rientra nel progetto di promozione del benessere a scuola, contrasto al disagio e alla dispersione scolastica, finanziato dal Comune di Piacenza e realizzato in coprogettazione con la cooperativa Coopselios, con la supervisione scientifica del professor Pier Paolo Triani dell’Università Cattolica e la collaborazione di Manicomics Teatro, cui è stata affidata la realizzazione dell’evento “Identikit” andato in scena per la prima volta stamani, con il saluto iniziale dell’assessore alle Politiche Educative Mario Dadati. 

Attraverso giochi e drammatizzazioni, gli studenti sono stati coinvolti in una riflessione sui comportamenti propri e altrui, dai compagni di studi agli adulti di riferimento, con l’obiettivo di educare alla lettura dei ruoli nelle dinamiche dell’abuso, da quelli più evidenti di vittima e istigatore a quelli di attendente e co-partecipanti, analizzando anche l’influenza dei social network e del web, per imparare a riconoscere le relazioni e le attitudini “a rischio” all’interno della comunità scolastica, nei contesti amicali e nella cyber-comunità di Internet.

La lezione-spettacolo dei Manicomics è stata ideata e scritta da Allegra Spernanzoni, mentre interpreti sul palco sono Rolando Tarquini, Matteo Ghisalberti e Leonardo Tanoni. 

 

336 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online