Lunedì, 16 dicembre 2019 - ore 02.43

Pianeta Anziani Legge di bilancio 2019 Tagli alle pensioni, al via la mobilitazione il 28 dicembre

Giornata di protesta il 28 dicembre. Presìdi di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil davanti alle Prefetture contro il blocco delle rivalutazioni previsto nella manovra. I sindacati: "Governo ipocrita, con una mano sembra dare e con l'altra toglie"

| Scritto da Redazione
Pianeta Anziani Legge di bilancio 2019 Tagli alle pensioni, al via la mobilitazione il 28 dicembre

Pianeta Anziani Legge di bilancio 2019 Tagli alle pensioni, al via la mobilitazione il 28 dicembre

Giornata di protesta il 28 dicembre. Presìdi di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil davanti alle Prefetture contro il blocco delle rivalutazioni previsto nella manovra. I sindacati: "Governo ipocrita, con una mano sembra dare e con l'altra toglie"

I pensionati italiani si schierano decisamente contro la manovra finanziaria del governo. E annunciano l'avvio di una mobilitazione, con presìdi e sit-in davanti alle Prefetture. Una giornata di protesta in tutta Italia sarà venerdì 28 dicembre. Lo afferma il segretario generale dello Spi, Ivan Pedretti, in un post su Facebook. "Continua la vessazione dei pensionati. In tre anni la manovra sottrae 2,5 miliardi di euro dalle tasche dei pensionati, intervenendo nuovamente sull’adeguamento delle pensioni all’inflazione. Ora diciamo basta", questo il messaggio lanciato da Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil in un comunicato unitario, commentando la decisione della maggioranza di ridurre la rivalutazione per tre anni (dal 2019 al 2021) per quelle d'importo superiore a 1.540 euro mensili lordi e di attuare un prelievo straordinario di solidarietà (pari dal 15 al 40 per cento) a quelle sopra i 100 mila lordi annui.

"Sono dieci anni che la rivalutazione è bloccata", spiega Ivan Pedretti, parlando oggi (venerdì 21 dicembre) al direttivo dello Spi Cgil del Veneto: "Siamo contro questo tipo di politica, contro un governo a cui piace parlare di reddito di cittadinanza, ma non dice nulla sulla necessità di una legge sulla non autosufficienza. Dobbiamo essere più radicali". Pedretti ha anche rimarcato la necessità di "rilanciare un'idea di welfare europeo. L'Europa deve tornare a rimpolpare il sistema di welfare. È questa l'Europa che vogliamo". Tornando al comunicato ufficiale di Spi, Fnp e Uilp, i sindacati pensionati affermano che faranno sentire la propria voce "per denunciare l’ipocrisia del governo che con una mano sembrerebbe dare, ma con l’altra certamente toglie. Pur essendo un periodo di festività, le nostre strutture cominceranno a manifestare davanti a tutte le prefetture d’Italia".

 

826 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online