Domenica, 25 agosto 2019 - ore 02.07

Pianeta Migranti. Ong a testa alta.

Dura replica delle ONG alle accuse di collusione con gli scafisti. Accuse-alibi per l’Europa che non vuole intervenire e per quei politici che azzardano dichiarazioni infondate per una manciata di voti. La politica, incapace di affrontare il problema, cerca un capro espiatorio in chi salva le vite in mare per bloccare i flussi dei migranti.

| Scritto da Redazione
Pianeta Migranti. Ong a testa alta. Pianeta Migranti. Ong a testa alta. Pianeta Migranti. Ong a testa alta. Pianeta Migranti. Ong a testa alta.

Dopo gli attacchi mediatici e politici nei loro confronti, le Ong hanno risposto con una presenza massiccia e qualificata alla conferenza stampa organizzata a Roma da AOI e Forum Terzo Settore cui erano presenti parlamentari e media anche europei. Un importante messaggio di solidarietà è arrivato da ConcordEurope, un coordinamento di oltre 2600 Ong europee.

Le Ong presenti hanno sottolineato che non operano in una “nicchia di settore”, ma affrontano a livello globale il tema della lotta alle disuguaglianze sociali e alle forme di povertà e di negazione dei diritti; hanno presentato dati sulla trasparenza, storie, voci e posizionamenti, azioni concrete. “I dati parlano per noi: mobilitiamo 600 milioni di euro per la povertà; abbiamo 3000 progetti di cooperazione e volontariato e 82 mila volontari in tutto il mondo. Informazioni in proposito si trovano sul  portale Open-Cooperazione. Non accettiamo accuse”, -ha detto la  portavoce di AOI- che ha voluto ricordare le tante vittime della cooperazione internazionale, “amici che hanno scelto di restare dando la vita per gli ultimi”, come Vittorio Arrigoni, Giovanni Lo Porto, Ilaria Alpi e Miran Hrovatin e molti altri, a cui è stato dedicato l’incontro.

La Portavoce di AOI, ha ribadito che le Ong italiane non si vogliono sottrarre né al confronto né agli opportuni controlli ma ha pronunciato un sonoro “No” alle accuse generalizzate basate su presunte “certezze” o “ipotesi di indagini” che, date in pasto ai media, producono effetti devastanti nel corpo sociale del Paese e generano un pericoloso scollamento tra cittadini e Ong. “Il mondo solidale non vuole essere strumentalmente utilizzato in una campagna elettorale già in atto, in Italia ed in Europa. E’ irresponsabile l’atteggiamento di attacco alle Ong impegnate nei soccorsi in mare del Vicepresidente della Camera Luigi di Maio del M5S e del leader della Lega Nord Salvini: nel nome del blocco all’accoglienza degli immigrati, generano uno scollamento grave tra associazionismo sociale e cittadini.”

L’ inviato di Famiglia Cristiana, Scalettari ha ribadito che “i giornali non devono fare da amplificatore a qualunque sciocchezza, in particolare ad una determinata parte politica che accusa le Ong senza prove tangibili. “Basta illazioni, basta fango! Se ci sono irregolarità certificate dai fatti, che le indagini proseguano, altrimenti lasciate lavorare in pace le Ong che si occupano di accoglienza e di recupero dei migranti in mare. Di salvare vite umane come da sempre!”. Accanto al richiamo ai media le Ong hanno chiesto più attenzione della politica al loro lavoro e un dialogo stabile col  Parlamento.

Per il direttore di ActionAid: “Ci si dimentica che esiste il dovere di salvare vite in mare, e lo dobbiamo fare noi perché non se ne occupa l’Europa”. Il rappresentante del Forum Terzo Settore ha detto: “La nostra storia è una storia di bene, di solidarietà internazionale, una storia di convivenza e fratellanza tra i popoli. Chiediamo alla magistratura di rendere pubbliche le eventuali accuse e circoscrivere i fatti. Non si può criminalizzare un intero comparto sociale, siamo i primi a chiedere trasparenza, anche al nostro interno”.

Molti i parlamentari presenti, tra cui la Vicepresidente della Camera Marina Sereni.

L’onorevole Lia Quartapelle ha sottolineato che non va distolto il dibattito dalle cause profonde delle migrazioni  e che si deve evitare di colpevolizzare chi salva vite umane.

 

 

1247 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online