Giovedì, 04 marzo 2021 - ore 23.34

Qualche riflessione sul rilancio ‘Uniti per Cremona’ | B. Ruggeri

C'e un aspetto però di quanto detto dai soci nella loro conferenza stampa che non mi convince

| Scritto da Redazione
Qualche riflessione sul rilancio ‘Uniti per Cremona’ | B. Ruggeri

Qualche riflessione sul rilancio ‘Uniti per Cremona’ | B. Ruggeri

Gentile direttore ho letto l'articolo sulla conferenza stampa della fondazione "Uniti per Cremona" e le finalità di rilancio dell'attivita, recupero credibilità, nuova immagine, un sito internet e la ovvia collaborazione con la Magistratura che sta indagando sugli ammanchi di denaro, accertando i fatti per poi punire i colpevoli.

C'e un aspetto però di quanto detto dai soci nella loro conferenza stampa che non mi convince: i soci amministratori che oggi annunciano questi buoni propositi, sono gli stessi soci (sulla cui estraneità ai reati certo non dubito ne faccio allusioni o ironie) che quanto meno non si sono dimostrati amministratori attenti, avveduti, accorti, vigilanti nel gestire milioni i ricevuti.

Uso il verbo "gestire" riferito ai Soci poiche, se ho interpretato correttamente, nell' articolo i soci citano con giusto orgoglio tutte le iniziative fatte in passato da Uniti. Resta però l'indagine ed i fatti connessi, per i quali invece ci sarebbe un "gestore di fatto" e non più i Soci. La Magistratura spiegherà anche questo rebus.

Oltre a ciò, e limitandomi a constatare i fatti accaduti, personalmente ritengo che se tutte i soci tramite gli organi della Fondazione, avessero operato col criterio "del buon padre di famiglia" e avessero esercitato prima o meglio i loro doveri di amministratori, di vigilanza e controllo e, a corrente alterna, di gestione, forse, ripeto forse, certi fatti non sarebbero potuti accadere.

Ecco perché mi pare poco opportuno che a interpretare il nuovo corso e a chiedere ai cittadini di rinnovare la fiducia a Uniti siano gli stessi amministratori "distratti" di prima e personalmente ritengo altresi sia forse inopportuna questa "auto assoluzione" dei Soci che si chiamano fuori a prescindere, in assenza, peraltro, ad oggi, di pronunciamenti ufficiali della Magistratura sull'intera vicenda.

B. Ruggeri

 

1179 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online